Economia Digitale

Il futuro dell’Europa: tutte le lezioni di Jeremy Rifkin in unico post | Timeline

Tutte le lezioni dell’economista e saggista americano Jeremy Rifkin tratte dall’opera “Una Europa smart, green e digitale (2015-2020)”. Una timeline in cui si rimettono insieme i pezzi proposti, singolarmente, nelle ultime due settimane.

In queste settimane, su The Next Tech, vi abbiamo proposto una serie di lezioni del grande economista e saggista americano Jeremy Rifkin. Articoli tratti da un’opera più grande, dal titolo “Una Europa smart, green e digitale (2015-2020)”. All’interno, Rifkin dipinge uno scenario plausibile, una possibilità di trasformazione del Vecchio Continente. L’analisi si muove su diversi piani tematici: dall’energia al lavoro; dai trasporti all’Internet of Things; dalla Sharing Economy alle infrastrutture materiali e burocratiche. Ora, qui, ricomponiamo il puzzle che abbiamo scomposto nelle ultime due settimane.

Chi è Jeremy Rifkin

Economista, insegna alla Wharton School of Finance and Commerce della Pennsylvania. I suoi corsi vertono sul rapporto fra l’evoluzione della scienza e della tecnologia e lo sviluppo economico, l’ambiente e la cultura. Attivista del movimento pacifista negli anni ’60 e ’70, ha fondato nel 1969 la Citizens Commission per denunciare i crimini di guerra americani nella guerra del Vietnam. È il fondatore e presidente della Foundation on Economic Trends (FOET) e presidente della Greenhouse Crisis Foundation.

Rifkin_Mougins_500

Tra le sue ultime pubblicazioni uscite in Italia ricordiamo “La Società a Costo Marginale Zero: L’Internet delle cose, L’ascesa del Commons Collaborativo e l’eclissi del capitalismo” e “La Terza Rivoluzione Industriale: come Il potere laterale sta trasformando l’energia, l’economia e il mondo”.

Google lancia Tez, l’app per pagare via smartphone (anche a ultrasuoni)

Esordisce in India una nuova app per pagare e trasferire denaro attraverso il conto bancario sfruttando le onde sonore che identificano il pagatore e il beneficiario. Presto la tecnologia arriverà in altri Paesi emergenti

L’Open Innovation Contest 2018 di NTT Data fa tappa anche in Italia

Aperte fino al 10 ottobre le candidature per le startup che vogliano partecipare al processo di selezione italiano. Dieci imprese si presenteranno al pitch day del 16 febbraio 2018 a Milano e una sola arriverà alla finale del 22 marzo 2018 a Tokyo