video

Il robot di Google che trasforma i selfie in disegni | Video

Al Mobile World Congress di Barcellona, IOIO ha catturato l’attenzione di molti curiosi. Per trasformare un’immagine in disegno ci mette appena 3 minuti ma non diventerà un prodotto commerciale.

Si parte da un semplice selfie per arrivare, in soli tre minuti, ad avere un disegno che sembra realizzato a mano da un artista. Ma l’autore è un piccolo robot, IOIO, creato dal Creative Labs di Google e vero protagonista del Mobile World Congress di Barcellona

[youtube id=”6ilgOs5dOpA”]

Come funziona IOIO

Questo piccolo fenomeno è in grado di realizzare uno schizzo a penna partendo da una foto scattata con un Nexus 6P. Un algoritmo apposito rileva i dati dall’immagine e li converte in bianco e nero e in coordinate triangolari. In pochi passi si arriva a realizzare il disegno desiderato e ad avere un ricordo  della giornata.

La presenza di IOIO in uno dei più importanti eventi dedicati al mobile non è un caso. Questo robot rientra in una serie di esperimenti che Google sta realizzando con Android da quando ha dato vita alla nuova struttura societaria: Alphabet.

google-ioio-769306

Per Google è solo un esperimento

Durante l’evento in Catalogna i rappresentati del laboratorio di Google hanno dichiarato che non si tratta di un progetto destinato a diventare un prodotto commerciale. L’intento è quello di sperimentare, divertire e mostrare le potenzialità di una tecnologia applicabile in moltissimi campi. Dunque IOIO non sarà in vendita. Per avere un selfie disegnato a mano bisognerà partecipare agli eventi e sperare di incontrarlo e poterlo usare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

Atlas, il robot di Google che sembra (davvero) un essere umano

Atlas, il robot della Boston Dynamics, azienda acquisita da Google, ha fatto passi da gigante. Ora è capace di aprire porte, camminare con destrezza, rialzarsi in caso di cadute e, in parte, fare il magazziniere.

Dimentica ogni password e ogni codice: ora ci pensa EveryKey

È la nuova startup del re degli antivirus: John McAfee. Basterà avere in tasca il dispositivo per aprire la porta di casa, l’auto, e per loggarci sui nostri account senza bisogno di password. Il tutto con un unica “chiave” digitale.

Hai fame di tecnologia? Ecco i 25 progetti premiati con i “CES Innovation Awards”

Dalla fiera dell’innovazione di Las Vegas, sbarcano su The Next Tech i 25 progetti (pazzeschi) vincitori dei “CES Innovation Awards”. Dalla lampadina a controllo vocale al sensore che rileva le calorie nel cibo, passando per smartwatch e tablet: ecco i device che quest’anno hanno conquistato l’ambìto premio per l’innovazione.

La spesa a casa con un robot: la nuova startup dei co-founder di Skype

Costi contenuti, nessun impatto ambientale e tempi di attesa (quasi) annullati: la rivoluzione per la consegna di merce a domicilio si chiama Starship. E arriva dai co-founder di Skype

Un box di delizie e un kit per la ricetta. L’ecommerce Caciocavallo Impiccato

Dal kit basic a quello gourmet, c’è tutto l’occorrente per preparare il caciocavallo impiccato, inclusa l’asta brevettata per tenerlo sopra una fonte di calore. Prevista a breve anche una rete di Street Food e un carrello-cucina per i ristoranti. Il progetto di Saverio Mancino nei dettagli

Allarme mondiale: il ransomware Petya dilaga bloccando trasporti, centrali elettriche e perfino Chernobyl

L’attacco, forse condotto con “Petrwap” una variante del virus Petya, già nota agli esperti, attacca le macchine Windows. Come già accaduto con Wannacry, anche in questo caso il ransomware utilizza l’exploit EternalBlue rubato alla NSA