news

La docu-serie di JJ Abrams che racconta la “nuova” corsa alla Luna (premiata da Google)

È uscito il trailer di Moon Shot, la docu-serie di JJ Abrams che racconta la corsa alla Luna da parte di team privati. Nove puntate per mostrare i partecipanti alla Google Lunar X Prize, la competizione di Google che premierà chi riuscirà a mandare un robot sulla superficie lunare.

Google e X Prize Foundation, nel 2007, lanciarono una sfida al mondo: mandare sulla luna un robot in grado di camminare sul suolo del nostro satellite, raccogliere dati e scattare fotografie. La competizione, chiamata Google Lunar X Prize, venne annunciata alla Wired Nextfest e raccolse numerose adesioni: sono state costituite 16 squadra da ogni parte del pianeta. Un team è italiano ed è guidato da Amalia Ercoli-Finzi del Politecnico di Milano. 

[youtube id=”cuXxBoSYmfc”]

Moon Shot: la docu-serie prodotta da JJ Abrams

Quello qui sopra è il trailer di una docu-serie che è stata girata per raccontare questo lungo viaggio. Si chiama Moon Shot ed è prodotta anche dalla società di JJ Abrams, tra le cui opere, solo per citarne alcune, ci sono serie come Lost, Alias e Fringe e film come Armageddon e l’ultimo Star Wars. La regia è stata affidata, invece, al documentarista Orlando Von Einsiedel (candidato all’Oscar per Virunga).

Verrà diviso in più puntate che saranno disponibili online a partire dal 15 marzo su Google Play e dal 17 marzo su YouTube.

8217797_jj-abrams-moon-shot-is-a-documentary_38865b42_m

Che cosa racconta Moon Shot

I team, finanziati con fondi provenienti per il 90% da privati, saranno l’oggetto di questa narrazione seriale. Nove puntate diverse per raccontare nove sogni simili. Dalla Silicon Valley all’India, si cercherà di mostrare quali passi in avanti sono stati fatti e quali sono le motivazioni che guidano le persone nel tentativo di raggiungere un traguardo così ambizioso.

google_lunar_xprize_625x260

La competizione (e i premi)

La squadra che riuscirà nell’intento riceverà un premio di 20 milioni di dollari. Le richieste sono semplici: una passeggiata di almeno 500 metri e la trasmissione di foto e video ad alta risoluzione. C’è anche un premio di consolazione per il secondo arrivato, pari a 5 milioni di dollari, e altri riconoscimenti minori che riguardano il totale di chilometri percorsi, le foto del programma Apollo e il ritrovamento di ghiaccio sulla Luna.  Se nel frattempo un’agenzia governativa dovesse raggiungere il medesimo traguardo il premio offerto da Google scenderà a 15 milioni di dollari. Comunque un bell’incentivo, o no?

Un Commento a “La docu-serie di JJ Abrams che racconta la “nuova” corsa alla Luna (premiata da Google)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup