Device

Cyrano, il dispositivo che consente di inviare messaggi profumati

Ispirato al famoso personaggio di Rostand, Cyrano è un device di forma cilindrica che contiene cartucce profumate. Controllato da da un’applicazione chiamata oNotes, permette di mandare messaggi speciali.

Vi è mai capitato di sentire il profumo della crema solare, in una giornata di pioggia, e ritrovarvi in riva al mare? Oppure giocare con la plastilina di un fratello più piccolo, venire colti dal suo odore e ritrovarvi all’asilo a schiacciarla e allungarla? E la resina dei pini, con il suo profumo pungente ma dolce, non vi riporta all’istante nella pineta salentina, dove trascorrevate il campeggio? Buoni o cattivi, gli odori producono nella nostra mente associazioni immediate. L’olfatto è, senza dubbio, il senso più potente di cui disponiamo

[vimeo id=”164400083″]

Sentire il profumo dei ricordi

Ricordi di luoghi, avvenimenti, persone, restano incastrati in essenze e, se ci concentriamo, siamo ancora in grado di riafferrarli. La potenza dell’olfatto è riconosciuta da tutti. Addirittura Italo Calvino, in Il nome il naso, scriveva di un uomo alla ricerca di una donna, della quale conosceva e riconosceva il solo profumo. E paragonava gli odori ai vocaboli di un lessico prezioso. Forse sì. Forse è lecito pensare agli odori così come pensiamo alle parole.

cyrano

L’omaggio a uno dei nasi più famosi della letteratura

In fondo a entrambi è possibile affidare la comunicazione di qualcosa. Ma si sa che descrivere un odore è molto, molto difficile. E fare in modo che dalla descrizione che diamo, il nostro interlocutore lo percepisca precisamente, e venga trasportato lì dove siamo stati trasportati noi è ancora più difficile.

A meno che non disponiamo di uno degli ultimi gioiellini che la tecnologia ci ha messo a disposizione.

Il suo nome è Cyrano, palese omaggio a uno dei nasoni più famosi della storia, personaggio dell’omonima commedia di Rostand. L’azienda Vapor Communications , che lo ha prodotto, fornisce con questo dispositivo il tassello mancante alla comunicazione. Cyrano è un piccolo dispositivo di forma cilindrica che contiene cartucce profumate, controllato da un’applicazione chiamata oNotes.

Come funziona Cyrano

Ma come funziona? Gli utenti possono scaricare l’app dall’Apple Store gratuitamente. A questo punto potranno scattare una fotografia a un qualsiasi oggetto e associare a esso un profumo. La creazione del profumo avviene scegliendo fino a otto fragranze tra le trentadue a disposizione, e combinandole tra loro. E se la matematica non è un’opinione, sarà possibile creare fino a trecentomila combinazioni diverse e uniche, da allegare a messaggi.

«Un giorno, molto presto, qualsiasi utente, ovunque, sarà in grado di ricevere un messaggio profumato, evocando un ricordo, un piacere culinario, o la pace della mente, in modo simile a come ci scambiamo informazioni audio oggi con gli amici di tutto il mondo», ha detto David Edwards, fondatore e CEO di Vapor Communications.

È inoltre possibile utilizzare l’app oNotes per sincronizzare i profumi creati alla nostra musica preferita.

È possibile creare playlist che, con note e essenze, ci metteranno nello stato d’animo che scegliamo. Cyrano arriva in un momento particolare per il mondo della tecnologia. Immaginiamolo come supporto alla realtà virtuale, basata finora solo su segnali visivi e uditivi. Certamente l’esperienza di immersione in un altro luogo diventerà molto più completa e realistica.

Per non parlare, poi, del mondo della pubblicità che potrà essere rivoluzionato, mettendo i consumatori a diretto contatto con il prodotto. Creme, profumi, pietanze potranno essere pregustate da chi, sicuramente colpito da questa esperienza, le acquisterà. Oggi Cyrano costa 150 dollari e le cartucce di cui si serve costano dai 12 ai 20 dollari a confezione. Se i costi si abbasseranno, la rapida diffusione del dispositivo sarà certamente garantita.

Andrea La Frazia

Ti potrebbe interessare anche

La tecnologia a pedali (e senza elettricità) delle Bicimaquinas del Guatemala

Le #Bicimaquinas sono macchine create riciclando vecchie biciclette: smerigliatrici, trebbiatrici, macchine per piastrelle, sgranatoi per noci, frullatori (e molto altro) che funzionano senza elettricità. E hanno cambiato la vita in un paese povero del Guatemala.

Batteri e carta: il biosensore low cost per scoprire se l’acqua è contaminata

A Barcellona hanno inventato un biosensore, a basso costo, fatto di carta assorbente e ricoperto da uno strato di batteri. Serve a scoprire se l’acqua (qualunque tipo) è contaminata.

Il naso (elettronico) per la diagnosi precoce del cancro al polmone

È una tecnologia sviluppata e validata in Italia dall’Istituto Oncologico di Milano e dell’Università Tor Vergata di Roma. Riesce a individuare la presenza del tumore ai primissimi sintomi grazie a micro-bilance al quarzo.

La donna che censisce e salva i pipistrelli del Missouri (e delle grotte di Mark Twain)

Kirsten Alvey-Mudd ha dato vita a un censimento per salvare i pipistrelli colpiti dalla sindrome del naso bianco del Missouri. Un luogo fatto di 6mila grotte carsiche di cui si innamorò anche Mark Twain.

Il “ricatto” cinese che ha fatto crollare bitcoin di 100 dollari in 1 minuto, spiegato

Bitcoin era tornato sopra i mille dollari e in un minuto è sceso di 100. Per colpa dei cinesi e, soprattutto, di un paradosso: i governi non possono controllare bitcoin ma possono, con le loro scelte, influenzarne l’andamento. Abbiamo cercato di capire il perché con il founder di Euklid, Antonio Simeone

Questa app sviluppata da Prospeh (H-Farm) ti dice da dove viene il cibo. OriginTrail

Prospeh è una startup di origini slovene ha sviluppato un’applicazione che mostra le informazioni sulla provenienza dei prodotti alimentari. Fa parte della seconda edizione del Food Accelerator, il programma di H-Farm

F-Secure compra la (ex) startup italiana fondata dall’hacker Andrea Barisani

Exit per la startup di sicurezza informatica di Trieste, comprata dal gruppo del colosso finlandese degli antivirus. Con l’ingresso nel gruppo, Barisani diventa nuovo capo della Sicurezza hardware di F-Secure