Redazione

Mag 30, 2016, 4:35pm

Redazione

Mag 30, 2016, 4:35pm

TEB, l’autobus del futuro che passerà sopra il traffico

I cinesi stanno costruendo l'autobus del futuro. Si chiama Transit Elevated Bus (TEB) e potrà trasportare fino a 1200 passeggeri passando sopra le automobili. In più, essendo ricoperto di pannelli solari, non inquinerà.

Arriva dalla Cina l’autobus del futuro. Si chiama Transit Elevated Bus (TEB) e potrà trasportare fino a 1200 passeggeri. È stato presentato alla China Beijing International High-Tech Expo con la promessa di rappresentare una soluzione efficace per la mobilità urbana cinese, afflitta da ingorghi sempre più frequenti.

mega_autobus_cina_1

Un bus avveniristico

Come suggerito dal nome, la caratteristica principale di questo mezzo sarà quella di essere “rialzato” e di non incidere sul traffico, pur sfruttando le rotaie presenti sul manto stradale. Il TEB, infatti, sovrasta la marcia delle altre macchine permettendo loro di passare sotto e attraverso la sua enorme struttura. Il tetto del mezzo sarà totalmente rivestito da pannelli solari che, catturando e immagazzinando energia, contribuiranno alla sua alimentazione e alla riduzione delle emissioni nocive.

[youtube id=”LeLAidJl5aw”]

Molto più economico di una metropolitana

Secondo l’ingegnere Bai Zhiming, l’ingegnere che guida il progetto, il TEB “farà risparmiare l’80% di quanto si spenderebbe per la costruzione di una linea metropolitana». Senza contare il numero maggiore di persone trasportate e la velocità degli spostamenti. Vantaggi che si estendono anche per quanto riguarda i tempi di realizzazione: «Sarà costruito in un anno e i primi prototipi circoleranno nella città di Quinhauangdao, nel nord della Cina».

Transit-Explore-Bus-e1464252810146

Non è facilissimo immaginarlo a percorrere le nostre strade.

In più, come sottolineato da diverse voci critiche, la presentazione fatta a Pechino non risponde ad alcune misure di sicurezza: dall’altezza del mezzo, che limiterebbe la sua diffusione in alcune zone dei centri urbani, ai possibili incidenti che potrebbero verificarsi con gli altri abitanti della strada, compresi pedoni e ciclisti. Ma secondo gli ingegneri cinesi sarà già in circolazione tra 12 mesi per cui non resta che aspettare e vedere se rimarrà un bel progetto o una realtà a tutti gli effetti.