Device

L’ombrello che ti dice se pioverà (e ti avverte se lo dimentichi)

Oombrella è dotato di un chip capace di inviare notifiche in caso di pioggia o se lo dimentichiamo in qualche luogo. Ma è possibile anche acquistare una capsula per rendere “smart” ogni ombrello.

Wezzoo è una startup francese diventata famosa per aver creato una app, di particolare successo, per le previsioni meteorologiche. Pochi mesi fa ha deciso di rilanciare creando un ombrello smart che fosse in grado di avvisarci in caso di maltempo o pioggia imminente. Si chiama Oombrella e, grazie al crowdfunding, ha raccolto oltre 60mila dollari da più di 600 persone diverse.

[youtube id=”KWWCDPlPU8U”]

Un ombrello pieno di sensori

Tramite sensori collegati con Wezzoo, Oombrella può fornirci previsioni meteo con circa 15 minuti di anticipo rispetto al tempo corrente. L’utente può decidere, a sua discrezione, se ricevere o no le varie notifiche sui cambiamenti climatici e prepararsi al meglio prima di un’eventuale uscita o di una obbligatoria passeggiata. Il device, inoltre, ci informa della presenza di altri utenti nelle vicinanze e ha una luce che si illumina sul manico in caso di arrivo di un messaggio o di una chiamata.

Entrando a far parte della community di Oombrella, infatti, è possibile condividere informazioni riguardo alla temperatura, la pressione e l’umidità. 

oombrella_1-620x419

E se lo dimentichi?

Spesso capita di dimenticare l’ombrello da qualche parte e di doverlo ricomprare. Ma questo non capiterà con Oombrella che è dotato di una funzione, chiamata “Forget me not”, per tracciare la posizione dell’oggetto e recuperarlo con semplicità. Tutto grazie a un chip integrato al suo interno.

Ma non è finita qui. C’ è un’altra funzione: un piccolo sostegno, nella parte superiore dell’ombrello, per installare una piccola videocamera. Non so bene a cosa vi possa servire ma, nell’eventualità, sappiate che potrete vedere il mondo anche da quella prospettiva.

oombrella-lede-2016-04-10-02

E se foste affezionati ad un particolare ombrello non disperatevi: gli startupper di Wezzoo hanno pensato anche a questa possibilità. Per rendere intelligente anche il vostro ombrello basterà che acquistiate una capsula che all’interno conserva i sensori e applicarla al vostro oggetto personale. Il costo di Oombrella si aggira intorno ai 70 euro mentre ne servono 29 per portarsi a casa la capsula.

Ti potrebbe interessare anche

Kjaro, l’innovativo ombrello “made in Italy” che raccoglie 65mila euro su Kickstarter

Kjaro è il primo ombrello al mondo che puoi riporre in borsa anche se bagnato fradicio. L’idea è di uno startupper brianzolo, Angelo Vadruccio: «Tutto è nato dalla mia esperienza di pendolare nella metropolitana di Milano mentre osservavo i disagi che questo utile oggetto causava»

Spinali, il bikini smart che “ti salva la pelle” (dai raggi del sole)

Lo hanno inventato in Francia ed è perfetto per chi è sempre connesso, anche in spiaggia. Avverte l’utente, tramite app, evitando spiacevoli conseguenze per la salute e permettendo un’abbronzatura perfetta.

Con l’osmosi inversa Israele produrrà acqua low cost desalinizzata

Si chiama Sorek, ed è il più grande impianto di questo tipo al mondo. Produce acqua a un prezzo bassissimo, grazie a nuove tecnologie

Cyrano, il dispositivo che consente di inviare messaggi profumati

Ispirato al famoso personaggio di Rostand, Cyrano è un device di forma cilindrica che contiene cartucce profumate. Controllato da da un’applicazione chiamata oNotes, permette di mandare messaggi speciali.

Blockchain, tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia alla base dei bitcoin

Anche chi non condivide fino in fondo l’entusiasmo dei due autori canadesi, non può essere cieco di fronte alla capacità della tecnologia di adattarsi a un’infinità di usi in campi diversissimi tra loro: dalla finanza, al retail, passando per assicurazione e sanità. Ecco una guida per capire cos’è la blockchain e perché rappresenta il futuro della Rete

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia