Wearable

Reveal, il braccialetto che migliora la vita dei bambini con autismo

Si indossa sul polso o sulla caviglia e tiene sotto controllo i livelli di ansia. Creato da una startup canadese, Reveal è un valido aiuto per le persone, soprattutto i bambini, con autismo e i loro familiari.

I disturbi dello spettro autistico colpiscono tra l’1 e il 2 per cento della popolazione mondiale. Secondo alcune stime, solo negli Stati Uniti sono stati diagnosticati circa tre milioni e mezzo di casi. Compromettono due particolari aree dello sviluppo: quella legata alla comunicazione e all’interazione sociale e quella del pensiero e del comportamento, secondo diversi livelli di gravità. C’è però un tratto che accomuna le persone con autismo: la difficoltà nel gestire un sovraccarico sensoriale ed emotivo, che può poi sfociare in una crisi.

[youtube id=”fsc_b8-wNws”]

Il progetto Reveal

Per comprendere meglio il loro comportamento e ridurre le conseguenze di un crollo nervoso, la startup canadese Awake Labs ha creato Reveal, un dispositivo che può essere indossato al polso o alla caviglia. È dotato di sensori che, combinati a un algoritmo, riescono a monitorare le risposte del corpo rispetto alle attività e alle azioni quotidiane e a rilevare particolari cambiamenti dei livelli di ansia.

11660324

Come funziona

Collegandosi via bluetooth all’app dedicata, permette ai genitori, ai caregiver oppure a insegnanti e terapisti del bambino con autismo di essere avvisati di quello che sta succedendo, in modo da poter intervenire. Capire quali siano gli elementi scatenanti di queste crisi, per cercare di evitarli o per imparare a gestirli, potrebbe migliorare molto la loro qualità di vita, sia a scuola che a casa.

reveal-2

Per poter produrre e perfezionare la versione di Reveal per bambini, Awake Labs ha lanciato un campagna di crowdfunding su Indiegogo che ha raccolto finora più di 30.000 dollari sui 50.000 richiesti. Se la raccolta fondi dovesse andare a buon fine, in futuro verrà creata anche la versione per adulti.

@MariCeliberti

Ti potrebbe interessare anche

HugBike, il tandem che ti abbraccia (e ti fa sentire al sicuro)

L’idea è di un papà di un bambino autistico che ha pensato di realizzare un tandem dove chi guida è seduto dietro e il “passeggero” invece è seduto davanti, per non rinunciare a pedalare insieme e in sicurezza.

L’israeliana uMoove cattura i movimenti oculari e secondo Forbes cambierà il mondo

La startup israeliana fondata da Yitzi Kempinski nel 2010 ha prodotto nel 2014 il primo gioco basato sul movimento oculare e oggi si prepara a conquistare il mercato della diagnostica medica con i suoi dispositivi di eye-tracking

Pixoppia, l’app che insegna ai bambini a esprimere le emozioni giocando

Un bambino su 100 nel mondo soffre d’autismo. L’app di PixFusion, lanciata su Kickstarter offre un concreto aiuto ai bambini che ne soffrono insegnandogli a riconoscere ed esprimere le proprie emozioni

Myo: il wearable che controlla tutto, dalla TV ai droni

Il wearable prodotto da Thalmic Labs ha impressionato i fan della tecnologia al suo debutto al CES 2014, e si è ripetuto nel 2015, a Las Vegas. In vendita su Amazon per 199 dollari, permette di controllare dispositivi elettronici con i movimenti dei nervi del braccio.

Blockchain, tutto quello che c’è da sapere sulla tecnologia alla base dei bitcoin

Anche chi non condivide fino in fondo l’entusiasmo dei due autori canadesi, non può essere cieco di fronte alla capacità della tecnologia di adattarsi a un’infinità di usi in campi diversissimi tra loro: dalla finanza, al retail, passando per assicurazione e sanità. Ecco una guida per capire cos’è la blockchain e perché rappresenta il futuro della Rete

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia