Gadget

L’anello smart che vi impedirà di guardare la serie tv preferita senza il vostro partner

Tramite un’app, collegata a dei servizi streaming sarà possibile selezionare le serie da guardare insieme. A quel punto saranno visibili solo ed esclusivamente nel momento in cui entrambi, indossando il fatidico anello, vi troverete fianco a fianco. Tra i servizi streaming pronti a partecipare all’iniziativa ci sono Netflix, Amazon e Hulu.

Prima o poi lo abbiamo fatto tutti. Difficile resistere alla tentazione: la vostra ragazza è ancora bloccata al lavoro e sta per andare in onda il nuovo episodio di The Walking Dead. Che fare? Resistere alla tentazione e aspettare il suo ritorno? Oppure cedervi e guardarlo da soli?

(Foto: Series Commitment)

Come detto, tutti prima o poi abbiamo scelto la seconda strada. Facendo molta attenzione poi, nel rivederlo insieme, a non “spoilerare” e anzi, da attori consumati, a fingere stupore ad ogni colpo di scena. Una scelta comprensibile ma rischiosa. Per evitare che il nostro amore “duri solo una stagione”, ecco dunque un oggetto hi-tech davvero particolare.

[iframe id=”https://www.youtube.com/embed/ytDg67aWxjM”]

Finché spoiler non vi separi

“Make your love last more than one season” è proprio lo slogan dei Commitment Rings. Anelli che, utilizzando la tecnologia NFC, impediscono di guardare i programmi preferiti (da entrambi) senza la presenza del partner. Mai più bing watching solitario dunque, grazie a questo gadget lanciato sul mercato UK da Algida, tramite il brand Cornetto.

Una trovata geniale – tra tecnologia e marketing – che promette di fare numerosi proseliti.

Il funzionamento è semplice: tramite un’app collegata a dei servizi streaming, i due partner dovranno registrare gli anelli e selezionare le serie da guardare insieme. A questo punto, l’app sbloccherà la visione della nostra serie preferita solo nel momento in cui entrambi, indossando il fatidico anello, ci troveremo fianco a fianco.

(Foto: Series Commitment)

Un impegno seri(ale)

Del resto, ogni grande amore ha bisogno di un simbolo. Anche quello per le serie tv. Niente di meglio di un anello dunque, che certifichi il nostro impegno.

Tra i servizi di video streaming che partecipano all’iniziativa ci sono Netflix, Amazon e Hulu. Per ottenere i “preziosi” anelli, è necessario registrarsi sul sito ufficiale e attendere poi le indicazioni che Cornetto invierà via mail.

“Are you ready to take a Series Commitment?”.

@antcar83

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

Netflix ci trasforma in makers: «Ecco le calze che mettono in pausa se vi addormentate»

Netflix ci vuole tutti makers. Il colosso americano ha pubblicato un video per costruire delle calze in grado di mettere in pausa i nostri programmi preferiti. Non si possono comprare: per averle bisogna rimboccarsi le maniche e seguire le istruzioni (e non è così difficile).

Salvare dati per miliardi di anni: con i dischi 5D conserviamo l’eredità della razza umana

Gli scienziati della Southampton University hanno sviluppato una nanotech in cinque dimensioni, in grado di contenere fino a 360 Terabyte di informazioni. Questi piccoli dischetti possono contenere interi archivi, conservandoli per miliardi di anni.

Le illustrazioni che raccontano i mestieri nati con la tecnologia (e la rete)

Tony Ruth ha deciso di illustrare come il mondo del lavoro è cambiato grazie alla tecnologia. I suoi disegni, ispirati a Richard Scarry, descrivono in maniera ironica ed efficace tutti quei mestieri, nati di recente, e che rappresentano un’intera generazione di neo-lavoratori

Kim DotCom riappare e annuncia: torna Megaupload (da dove si era fermato)

Torna Megaupload! L’annuncio è di Kim DotCom, il suo creatore. La piattaforma, sequestrata nel 2012, ripartirà esattamente da dove si è fermata coltivando un sogno chiamato MegaNet.

Aumento di capitale per Satispay, già raccolti 14 milioni. Obiettivo: mercato estero

Risorse da record per la startup italiana dei pagamenti digitali fondata da Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. I fondi raccolti saranno destinati all’internazionalizzazione del prodotto. A partire dalla Germania

Chi compra l’usato guadagna 900 euro all’anno. Intervista alla CEO di Subito.it

Secondo l’Osservatorio 2016 Second Hand Economy condotto da DOXA, la compravendita dell’usato cresce di €1 miliardo nel 2016 e ora vale l’1,1% del PIL. Abbiamo sentito Melany Libraro per capire come cambiano le abitudini degli italiani

Quanto sono sicuri i tuoi sistemi? Ecco cosa ci dice il rapporto Verizon sulle violazioni informatiche

Ransomware e phishing sono in aumento, i settori finanziario e sanitario tra i più colpiti, ma anche le piccole imprese non stanno tranquille. Entusiasmo, distrazione, curiosità e incertezza sono i cavalli di Troia