Droni

Le gare tra droni arrivano in televisione. Su Eurosport

L’8 novembre le gare tra droni sbarcano in televisione, in Italia. Parliamo della DR1 Racing, una delle più importanti manifestazioni mondiali del settore. L’accordo è stato siglato con Eurosport che si è accaparrata, in esclusiva, la distribuzione di questo tipo di contenuti.

L’8 novembre la DR1 Racing sbarca in televisione, in Italia. Parliamo della più importante manifestazione dedicata alle gare tra droni da FPV Racng a livello internazionale. Una competizione che negli ultimi mesi, anche nel nostro Paese, è riuscita a ottenere l’attenzione di un pubblico sempre più vasto, più interessato, più partecipe. L’accordo è stato siglato con Eurosport che si è accaparrata, in esclusiva, la distribuzione di questo tipo di contenuti. Sia in Europa che in Asia. Oltre 70 nazioni, tra cui anche l’Italia.

[youtube id=”M8iExtK9d60″]

Le opportunità di crescita

Queste competizioni si svolgono all’interno di percorsi complessi, ad ostacoli, che premiano i droni più veloci, agili e meglio governati. I piloti operano utilizzando quello che viene chiamato sistema di guida FPV (First Person View), che permette vedere in diretta, su un monitor o su un visore smart, quello che viene immortalato dal veicolo. Esattamente come se fossero a bordo.

«Siamo entusiasti di portare questo appassionante sport che combina Formula Uno, NASCAR ed eSports ad un pubblico vasto come quello di Eurosport» ha detto Brad Foxhoven, fondatore di DR1 Racing. «Le opportunità di crescita per la gare di droni, sia dal punto di vista delle alte prestazioni, sia da quello dell’innovazione, sono infinite».

dr1-racing-feature-image-5-10-16-450x270

L’esordio delle gare tra droni

Il primo episodio, che riguarderà la DR1 Invitational di Los Angeles. è già stato collocato in palinsesto: verrà trasmesso da Eurosport 1, martedì 8 novembre, alle 23 in punto. Il canale sportivo è visibile sia all’interno del pacchetto SkySport che Mediaset Premium: «L’accordo rientra nella strategia di Eurosport volta a presentare contenuti innovativi e al passo con i tempi, attraverso una combinazione degli sport più entusiasmanti e coinvolgenti».

L’emittente viene vista da oltre 220 milioni abbonati nel mondo e produrrà una serie di contenuti aggiuntivi come scene extra e interviste ai protagonisti. Un’occasione da non perdere per una competizione che vuole continuare a emergere nel panorama, già fitto, degli sport mondiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

8 esempi concreti di come l’Industria 4.0 cambierà il mondo del lavoro

L’Industria 4.0 cambierà il mondo del lavoro. Robot, big data e analytics, manifattura digitale e interazione uomo-macchine. Abbiamo provato a riflettere su quali saranno 8 concreti esempi di questa rivoluzione in atto.

Droni, macchine automatiche e sostenibilità. Nascerà in Cina l’autostrada del futuro

Designer pensano a come restituire le autostrade ai cittadini con parchi, canali per irrigare piante e droni che sostituiscono i camion nel trasporto merci

Evoluzioni e battaglie: 5 video (mozzafiato) sulle gare tra droni

Spesso sono clandestine. Altre volte organizzate per registrare video spettacolari che diventano virali. Sono le gare tra droni che negli ultimi mesi stanno spopolando in rete. E alcuni piloti sono già delle star.

Inaugurata in Corea del Sud un’arena dedicata ai droni (e ai piloti)

L’annuncio è della DJI. L’arena permetterà a professionisti e appassionati di incontrarsi e prenotare gli spazi per sessioni di volo singole o per vere e proprie gare. Da settembre pronto anche un programma dedicato alle scuole e ai giovani piloti.

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup