Redazione

Nov 28, 2016

EcoHelmet, il casco di carta riciclata per il bike sharing

La designer Isis Shiffer ha inventato un casco a nido d'ape, fatto di carta riciclata e resistente all'acqua, perfetto per chi usa il bike sharing. Ha vinto il James Dyson Award 2016 e 45mila dollari che serviranno per la produzione e lo sviluppo.

EcoHelmet è il primo casco usa e getta pensato il bike sharing. Realizzato con carta riciclata è capace di resistere a piogge, anche intense, per almeno tre ore. La sua fondatrice, Isis Shiffer, sostiene che garantisce una protezione agli urti simile a quella che si avrebbe indossando un casco classico, fatto di materiali più resistenti come il polistirolo espanso. La sua struttura leggera e pieghevole, a nido d’ape, permette un trasporto molto agevole e privo di impedimenti.

[vimeo id=”175325231″]

La nascita dell’idea

Shiffer, designer industriale con esperienze negli Stati Uniti, Giappone e Gran Bretagna, racconta di aver progettato EcoHelmet quando frequentava, come studentessa, l’Imperial College of London. Più precisamente un laboratorio in particolare, il Crash Lab: «Durante quel semestre ho avuto modo di poter raccogliere e analizzare moltissimi dati grazie al loro setup per il crash test dei caschi. In quel momento ho capito che il progetto avrebbe avuto un futuro».

160906-ecohelmet-mbe-523p_2_7341093c5936de7ed732d019acd95830-nbcnews-fp-1200-800

Premi (e futuro)

Shiffer ha vinto recentemente il James Dyson Award 2016, riconoscimento internazionale che individua le migliori idee innovative nel campo del design ingegneristico. I 45mila dollari del premio serviranno per lo sviluppo ulteriore del prodotto che sarà pronto per il mercato nei primi mesi del 2017 ad un costo di circa 5 dollari.