smart cities

Current, il progetto che illuminerà 17 ponti di Londra

Il progetto Current ha vinto una competizione internazionale per illuminare i ponti di Londra e ridare vita al centro della città. Un modo per stupire i turisti e far sentire i cittadini più protetti.

Londra ha scelto il progetto per illuminare i suoi ponti. La competizione internazionale, denominata The Illuminated River, era rivolta a tutti quegli artisti che avessero un’idea per dar luce a 17 strutture sopra il Tamigi. Un’iniziativa per unire arte e sicurezza, architetture storiche e nuove tecnologie. Una nuova veste da far indossare al fiume, dopo il tramonto, per accogliere i turisti e aiutare i residenti a sentirsi più protetti.

[vimeo id=”190121502″]

Current, il vincitore

Il vincitore è un artista di New York, Leo Villareal, che ha già lavorato con l’amministrazione di San Francisco per ridare vita alla Bay Bridge. Il progetto, denominato Current, gioca su una parola che ha a che fare sia con i fiumi che con l’energia che serve per illuminare luoghi e città. L’intero progetto verrà a costare circa 25 milioni di dollari e verrà realizzato con finanziamenti privati. Un modo intelligente per dare nuova linfa al centro di Londra “sfruttando la potenza universale della luce”.

current

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’incredibile storia di Mashape e Augusto Marietti (che ha fatto bene a lasciare l’Italia quando gli dicevano “sei troppo giovane”)

A 18 anni aveva inventato Dropbox prima di Dropbox, ma nessuno lo finanziò. Poi, quando con 2 amici ha lanciato Mashup, un marketplace dove gli sviluppatori vendono “pezzi” di software, ha scelto di lasciare l’Italia, destinazione San Francisco. L’idea piace, e ci credono anche il papà di Uber e quello di Amazon e oggi la sua azienda vale decine di milioni di dollari. No, non è un film: è la storia di Augusto Marietti

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup