Green Tech

Il muro verde che ripulisce l’aria delle nostre città

Si chiama City Tree ed è un “muro vegetale”, alto quattro metri, e e largo tre, che unisce uno substrato di muschio a uno strato di piante che assorbono particolato, diossido di azoto e ozono. Secondo Green City Solutions, la startup tedesca che l’ha ideata, è in grado di abbattere 240 tonnellate di anidride carbonica l’anno.

Basta cemento. I muri cittadini, d’ora in poi, saranno soltanto “muri verdi”. Verdi perché ecofriendly. Ma anche perché si tratta di un vero e proprio muro vegetale. Si chiama City Tree ed è stato ideato dalla startup tedesca Green City Solutions. La sua superficie è composta da uno strato di muschio e piante in grado di assorbire l’inquinamento cittadino.

(Foto: Green City Solutions)

“Questo speciale muschio attrae lo smog e lo converte in nutrimento”, spiega Denes Honus, CEO e co-founder di Green City Solutions.

In pratica, mangia letteralmente l’inquinamento.

Alto quattro metri e largo tre, è stato ideato per aiutare le città del mondo a liberarsi dall’inquinamento. Al momento, è in corso una fase di sperimentazione a Parigi.

240 tonnellate di anidride carbonica l’anno

“City Tree ha la capacità di purificare l’aria dagli inquinanti nocivi – spiega Honus – come ossidi di azoto, ozono e polveri sottili in genere”. Secondo i dati presentati dalla startup tedesca, il muro vegetale è in grado di abbattere ogni anno ben 240 tonnellate di CO2. Per capirci, l’equivalente dell’inquinamento prodotto da 417 automobili. Per ottenere un effetto simile, occorrerebbe piantare quasi trecento alberi.

(Foto: Green City Solutions)

Nei pressi dell’installazione (circa 50 metri) dunque, si viene così a creare una sorta di area libera dallo smog. Secondo i suoi ideatori, City Tree rappresenta la soluzione ideale per le amministrazioni urbane interessate a offrire nuovi spazi sostenibili, a costi accessibili. Una combinazione unica di Internet of Things e pianteLa tecnologia infatti è dotata di wi-fi, schermi digitali e sistemi di monitoraggio. “La riduzione dell’inquinamento è monitorabile tramite tecnologia IoT – prosegue Honus – e così non c’è la necessità di interventi di manutenzione periodici”.

(Foto: Green City Solutions)

Liberare le città dall’inquinamento

City Tree ha già vinto numerosi premi in giro per il mondo, riscuotendo l’interesse di numerose aziende e comuni. La startup è ormai pronta ad installare il suo muro verde in numerose città europee. L’obiettivo è aiutare i comuni a contrastare i cambiamenti climatici, migliorando al contempo la qualità di vita dei cittadini.

Intanto, il City Tree è stato installato e testato nelle strade di Oslo, a Dresda e Klingenthal in Germania e ad Honk Hong. Al momento l’impianto è in corso di sperimentazione a Parigi: tre modelli di City Tree sono stati posizionati in Place de La Nation come parte del progetto Smart City, in collaborazione con la città di Parigi e Cisco.

@antcar83

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La startup di Firenze che aiuta chi affitta camere, appartamenti e B&B. Keesy

Patrizio Donnini ha sviluppato un servizio di check-in e check-out automatizzato per chi fa home sharing. I Keesy Point, localizzati in punti strategici di arrivo come stazioni e aeroporti, sono aperti 24 ore su 24, per garantire la massima libertà di host e guest. Si parte da Firenze, poi sarà la volta di Roma, Milano e Venezia

L’ecommerce di cibo e vino Made in Basilicata, con le ricette degli chef del posto. Godebo

Il progetto di tre lucani per valorizzare i prodotti enogastronomici del territorio e portarli sul mercato nazionale e internazionale. Si possono acquistare ingredienti singoli e anche menu. E ci sono anche i video tutorial per le ricette