news

Pencil potrebbe essere usato anche sugli iPhone. Lo dice un brevetto di Apple

Un brevetto svela che l’azienda di Cupertino sta pensando di adattare Pencil anche agli smartphone di ultima generazione. Il pennino, che attualmente viene usato sugli iPad Pro, potrebbe essere una delle novità principali dell’iPhone 8.

Apple pencil potrebbe essere usato anche sugli iPhone. Parliamo del pennino usato sugli iPad Pro che l’azienda di Cupertino, secondo l’ultimo brevetto depositato all’United States Patent and Trademark Office (USPTO), vorrebbe utilizzare anche per i suoi smartphone e per alcuni programmi specifici come Final Cut Pro e iMovies. La notizia è stata data da Patently Apple.

[youtube id=”pFKPz9WA5uY”]

Come funziona Pencil

Pencil è un piccolo gadget pensato per i professionisti che fa della leggerezza e della manualità due delle sue doti principali. Usandolo si può disegnare scansionando il tratto 240 volte al secondo e trasformare il proprio tablet in una semplice tavoletta grafica. Grazie all’applicazione di due sensori è in grado di comunicare al tablet, di volta in volta, la sua inclinazione e il suo orientamento. In questo modo è possibile eseguire al meglio una variegata serie di operazioni tecniche, come le ombreggiature. Pencil, inoltre, è capace anche di rilevare la sua posizione sullo schermo, evitando che possa venire scambiato per il dito.

maxresdefault

Jobs, Cook e i modelli

Nel brevetto sono raccontati oltre 150 possibili impieghi, molti dei quali mostrano la compatibilità con altre applicazioni del mondo Apple. Lo strumento, non apprezzato particolarmente da Steve Jobs, è invece una delle innovazioni che più caratterizzano la gestione di Tim Cook. Vedremo se sarà una delle novità che accompagneranno, nel 2017, l’uscita dell’iPhone 8.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup