Health

Lo specchio smart che capisce come stai (e ti aiuta non invecchiare male), HiMirror

Composto da un display con fotocamera e sensore di movimento, monitora i cambiamenti nel tempo, così da individuare i problemi della cute. E ti dà anche consigli su come prevenirli ancor prima che si manifestino

Schermi intelligenti, realtà aumentata, smart home. Tecnologie destinate a crescere (velocemente) nei prossimi anni e integrarsi tra loro in dispositivi sempre più performanti. Una sintesi esemplare di questa fusione è rappresentata dallo specchio intelligente realizzato dalla startup HiMirror. Fantascienza? Non proprio. Guardate qui.

Come funziona

Lo specchio smart che consente di prendersi cura della proprio pelle è costituito essenzialmente da uno schermo LCD da 14 pollici. Pesa 2,5 Kg e integra fotocamera, sensori di movimento e un particolare software che analizza le imperfezioni cutanee. Come funziona? È semplice: la fotocamera scatta una foto ogni giorno per analizzare l’eventuale comparsa di rughe, macchie, occhiaie, brufoli e pori. Il software esegue l’analisi del viso, per offrire consigli mirati su come intervenire.

(Foto: HiMirror)

Sotto controllo i cambiamenti nel tempo

Ma c’è di più. Il dispositivo monitora i cambiamenti nel tempo. Lo scopo è quello di tenere traccia dei cambiamenti, così da poter segnalare tempestivamente quando è arrivato il momento di entrare in azione e magari prevenire i problemi fornendo consigli utili, come ad esempio bere più acqua o dormire di più, ed elaborando specifici piani di ringiovanimento cutaneo.

(Foto: HiMirror)

I comandi vengono impartiti con con un semplice gesto, rilevato da un sensore di movimento posizionato nella parte inferiore dello specchio. Né la telecamera né i vari sensori si attiveranno senza il vostro consenso: lo specchio infatti, risponde solo ai comandi impartiti dalla vostra voce. In questo modo, nessun membro della famiglia potrà sapere nulla di quello che vi siete “raccontati” nell’intimità del bagno.

Premiato al Ces 2017

Sfruttando la connessione (crittografata) con il vostro smartphone, HiMirror è in grado di recuperare tutte le informazioni e i consigli dal suo database. È possibile anche scansionare il codice a barre dei prodotti utilizzati per ricevere suggerimenti sul modo più efficace di utilizzarli, in base alla loro composizione. Inoltre, HiMirror può mostrare tutorial su come effettuare correttamente la pulizia del viso, effettuare lo streaming della musica da Spotify e fornire previsioni meteo, con tanto di dettagli sull’intensità dei raggi UV aggiornati in tempo reale.

(Foto: HiMirror)

La sua versione evoluta è stata premiata al Ces 2017, la più importante rassegna sull’elettronica al mondo. A Las Vegas è stato presentato il dispositivo in coppia con HiSkin, un altro gadget che, se appoggiato sulla superficie cutanea, è in grado di farne un’analisi approfondita. “Insieme – spiegano i loro creatori – questi dispositivi danno accesso a informazioni che prima si potevano ottenere solo con una visita dal dermatologo”. Una visita (giornaliera) che potrebbe costarvi dai 189 ai 259 dollari (per la versione plus). Una tantum.

@antcar83

Tecnologia solidale, le iniziative di crowfunding per i terremotati del Centro Italia

Un aiuto subito, Marchecraft, Adesso pedala. Sono alcune delle iniziative pensate per sostenere le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016 e che hanno già permesso i primi interventi di ricostruzione ad Amatrice e Norcia

In auto per 30mila chilometri per accompagnare la figlia al college

Huang Haitao aveva promesso a sua figlia che avrebbe attraversato 26 nazioni se fosse stata accettata in un’università americana. Quando la lettera di ammissione è arrivata da Seattle, non ha potuto far altro che partire con lei dalla Cina verso gli Stati Uniti