Lifestyle

In Cina hanno realizzato un impianto fotovoltaico a forma di panda

Pannelli solari di diverso colore disegnano l’immagine del simpatico animale nella provincia dello Shanxi. Il progetto realizzato da Panda Green Energy con le Nazioni Unite mira a sensibilizzare le giovani generazioni sul tema dell’energia rinnovabile

A guardarlo dall’alto non si può rimanere che stupiti. Stiamo parlando dell’impianto fotovoltaico più creativo al mondo. Ha una potenza di 100 megawatt, ma ha una caratteristica che lo rende irresistibile anche dal punto di vista estetico: i pannelli solari tracciano la figura di un panda, il simpatico animale bianco e nero, simbolo delle specie in via di estinzione. L’impianto si chiama Panda Green Energy e si trova in Cina, nella provincia di Shanxi. Oltre a suscitare l’attenzione dei più giovani che devono ancora essere sensibilizzati sul tema ambientale, l’impianto spera di risolvere anche l’antica questione dell’armonizzazione dei sistemi di energia pulita nella natura.

Foto: United Nations Development Program

I pannelli solari disegnano un panda

Il progetto che ha portato a questa simpatica installazione è frutto di un accordo con le Nazioni Unite per la promozione dell’energia rinnovabile. Per il momento la fase completata consente un approvvigionamento energetico di 50 megawatt. L’impianto è stato da poco collegato alla rete elettrica. In questo modo l’idea si è trasformata in realtà. Le foto degli speciali pannelli solari sono state pubblicate da Inhabitat e lasciano davvero a bocca aperta per la precisione del disegno. Ma l’enorme panda stupisce soprattutto per l’alternanza dei suoi colori. Le parti nere del corpo dell’animale sono ottenute con pannelli solari di silicone monocristallino, mentre le parti più chiare sono composte da strati più sottili.

Il progetto nella sua versione finale. Foto: Panda Green Energy

Le rinnovabili simpatiche ai giovani

Lo scopo del Panda Green Energy non è soltanto quello di produrre energia pulita, ma anche quello di promuovere uno sviluppo armonico e sostenibile in Cina che possa essere vicino anche alle giovani generazioni. Si stima che sia in grado di generare 3,2 miliari di kilowattora di energia pulita in 25 anni, permettendo un risparmio di più di mille milioni di tonnellate di carbone e riducendo le emissioni di inquinanti in atmosfera per 2,74 milioni di tonnellate. L’obiettivo è ora quello di installare altri panda, cento per la precisione, nei prossimi cinque anni. Il programma fa parte di un’iniziativa del presidente Xi Jinping per lo sviluppo economico del paese, lungo la cosiddetta Nuova via della seta. La strategia prevede la collaborazione tra diversi paesi dell’Europa e dell’Asia e potrebbe portare all’impianto dei panda anche fuori dalla Cina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soundreef, la startup che ha sfidato i monopoli: «Che lavoro essere controcorrente»

Operano in 36 Paesi, fatturano 5 milioni di euro, contano un team di 25 persone. Davide D’Atri, CEO di Soundreef, una delle dieci realtà d’eccellenza finaliste di SIOS nel 2015 ci racconta che cosa è cambiato da quel giorno. In attesa del nuovo StartupItalia! Open Summit di dicembre 2017