Luca Annunziata

Luca Annunziata

Lug 6, 2017

Moto Z2 Play, Motorola rilancia il marchio con lo smartphone modulare

Il marchio, oggi di Lenovo, tenta di tornare in cima alla classifica di gradimento con i mods, moduli aggiuntivi da agganciare sul posteriore per espandere le funzioni del telefono. Molto sottile, design curato: basterà a farlo tornare nei cuori degli italiani?

Colorato, trendy e modulare: è questa l’impronta che Lenovo ha deciso di sfruttare per il rilancio in grande stile del marchio Motorola. Pronti per il mercato italiano tre diversi smartphone, che spaziano dalla fascia bassa a quella alta del mercato: su tutti il nuovo Moto Z2 Play, la nuova ammiraglia di casa (per il momento, almeno) che punta a migliorare l’esperienza utente con un profilo sottile, buona autonomia e una serie di accessori da agganciare sul posteriore grazie a un connettore magnetico.

Il nuovo Moto Z2 Play

Corpo in alluminio sottile appena 6 millimetri, peso di 145 grammi nonostante la diagonale dello schermo sia da 5,5 pollici (AMOLED, FullHD) e la batteria integrata da 3.000mAh. Il Moto Z2 Play è uno smartphone di fascia alta nel prezzo, fissato a 499 euro, con a bordo un processore Snapdragon 626 (octa-core da 2,2GHz) e disponibile in due versioni con 3 o 4GB di RAM. Anche lo storage cambia tra le due versioni: ci sono 32 o 64GB, comunque espandibili tramite microSD.

Molto significativo l’impegno di Motorola per quanto attiene alla fotocamera: quella posteriore è da 12 megapixel con lente f/1,7 e sistema di messa a fuoco ibrido, mentre quella anteriore è da 5 megapixel, ma dispone di un doppio flash LED per regolare in modo ottimale la temperatura colore e restituire un incarnato naturale nei selfie. Da verificare le prestazioni sul campo, ma sulla carta lo Z2 Play pare ben preparato per scattare foto in ogni condizione di luce.

Il resto della scheda tecnica è tutto sommato standard: c’è il lettore di impronte digitali sul frontale, il dispositivo è naturalmente un LTE che supporta anche il WiFi in modalità dual-band (2,4 e 5GHz), Bluetooth 4.2, con un connettore USB type-C per la ricarica. Particolare curioso: visto lo spessore ridotto non c’è un altoparlante sul fondo dell’unità (ma c’è comunque il jack audio). Per le suonerie, l’audio multimediale e i giochi, il suono proviene direttamente dalla capsula auricolare, la stessa che si usa per le chiamate.

Cosa sono i Mods

Il punto forte del Moto Z2 Play sono i Mods, ovvero i moduli aggiuntivi da agganciare sul posteriore per espandere le funzioni del telefono: ce ne sono 8, abbastanza diversi l’uno dall’altro, spaziano da una batteria aggiuntiva a un modulo per la ricarica wireless, ma ci sono pure altri accessori decisamente più interessanti.

Per i patiti di fotografia c’è l’Hasselblad True Zoom: una volta agganciato magneticamente trasforma lo smartphone in una vera macchina fotografica compatta, con tanto di zoom 10x e flash allo xenon aggiuntivo. Il Mods incorpora un sensore fotografico dedicato da 12 megapixel con stabilizzazione ottica, consente di scattare anche fotografie in formato RAW (il negativo digitale, da sviluppare sul PC) e ha pure un pulsante di scatto dedicato come sulle vere fotocamere. Differente, ma altrettanto curioso, è il Moto Gamepad: si aggancia sul posteriore e trasforma il Moto Z2 Play in una piattaforma di gioco, grazie a due joystick analogici, pad direzionale, vari pulsanti di fuoco e pure una batteria interna da 1.035mAh così da non gravare sulla batteria interna dello smartphone.

Gli altri Moto

Accanto all’ammiraglia di casa, Lenovo ha aggiornato anche altre due linee prodotto che vanno a comporre l’offerta Motorola. Essenziali, ma dotati comunque di profilo in metallo e disponibili in molti colori, sono i nuovi Moto C e Moto C Plus: schermo da 5 pollici per entrambi, processore Mediatek, la particolarità del Plus è la batteria integrata da ben 4.000mAh. La linea E si aggiorna invece alla quarta versione: il nuovo Moto E4 è un 5 pollici con corpo in metallo e schermo HD, mentre il nuovo E4 Plus fa crescere la diagonale fino a 5,5 pollici e monta una capiente batteria da 5.000mAh.

Così come il nuovo Z2 Play, anche questi 4 dispositivi arriveranno subito sul mercato italiano: mentre però lo Z2 punta alla fascia alta del mercato, la linea C e la linea E vanno ad aggredire il punto prezzo dai 99 ai 149 euro. Un terreno di scontro durissimo, in cui Lenovo punta a far valere fino in fondo il blasone di Motorola e l’appeal che un tempo il marchio USA esercitava sul pubblico. Resta da vedere, in un mercato che oggi vede primeggiare i marchi cinesi e coreani, se questa operazione riuscirà fino in fondo.