Lifestyle

Ti scatti una foto e Peekabeat ti suggerisce che musica ascoltare

AQuest, agenzia creativa digitale italiana, ha sviluppato in partnership con Microsoft un’applicazione che riconosce lo stato d’animo da una foto e suggerisce la playlist musicale più adatta a ogni utente

Siete tristi e avete bisogno di una musica che vi tiri su? O, al contrario, vi sentite euforici e volete una playlist che vi accompagni nei giorni migliori? Bene, la tecnologia vi viene decisamente in soccorso, visto che la startup AQuest, in collaborazione con Microsoft Italia, ha da poco realizzato un’applicazione in grado di suggerire la musica più adatta da ascoltare sulla base del vostro volto e del relativo stato d’animo. Si chiama Peekabeat ed è in grado di riconoscere le emozioni provate dall’utente da una semplice foto, scattata o caricata dal rullino.

Playlist personalizzate con Spotify

Peekabeat non è solo un’app. Il servizio può essere utilizzato anche via desktop. Una volta scattato un selfie (o caricata una foto dalla galleria dello smartphone), l’app utilizza il sistema di codifica delle espressioni facciali (FACS) per valutare il nostro umore. Se utilizzata da desktop, basterà abilitare la webcam oppure fare un upload manuale. Interagendo con il servizio di streaming Spotify, Peekabeat ci fornirà i brani musicali che si adattano al nostro stato d’animo. Anche in questo caso, ci sono delle differenze tra la versione desktop e mobile. Mentre la prima genera una preview musicale di 30 secondi, l’app mobile suggerisce in pochi secondi una playlist personalizzata, in base a sette differenti stati d’animo: rabbia, disprezzo, disgusto, paura, felicità, tristezza, sorpresa. Tramite l’app sarà poi possibile condividere sui principali social network l’azione effettuata.

(Foto: Peekabeat)

Nuovi progetti con Microsoft

Peekabeat mobile al momento è disponibile solo per iOS, ma è prevista a breve una versione anche per gli altri sistemi operativi. Sia l’app che la piattaforma web utilizzano Microsoft Azure , il servizio cloud dell’azienda di Redmond. E non è un caso: «Peekabeat è solo lo step più recente di una più ampia collaborazione tra AQuest e Microsoft Italia. Sono in fase di lavorazione altri progetti con HoloLens, il primo computer olografico di Microsoft per la realtà mista», spiega Andrea Chiavegato, Director IT & Service di AQuest. Il primo appuntamento è fissato per settembre 2017, quando il progetto Peekabeat sarà ufficialmente presentato durante un esclusivo evento a Casa Microsoft, a Milano.

@antcar83

L’app che trova e ti mette in contatto con l’avvocato giusto | JustAvv

Il ceo Mariano Spalletti entra nel dettaglio della piattaforma online che dà la possibilità agli utenti di trovare l’avvocato adatto per risolvere ogni tipo di problema legale

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia