Lifestyle

La difficile verifica degli account su Instagram e i modi nascosti per ottenerla

Ottenere il blue checkmark sul social delle fotografie non è semplice. È per questo che è nato un mercato nero che consente di acquistarlo e che è stato documentato da una giornalista di Mashable

Si può pagare per ottenere la verifica del proprio account su Instagram. Quello che sembrava essere uno strumento valido per difendersi dai profili fake di personaggi famosi e aziende, in realtà è un meccanismo molto più misterioso di quanto si possa pensare. Quello in vendita non è un servizio o un bene di cui è facile fare una valutazione economica. È più che altro il segno di un certo status che impone all’utente di mettersi a riparo dai tentativi di sfruttare il suo nome per trasmettere messaggi non a lui riconducibili. Ottenere il “blue check” rappresenta anche il bollino di garanzia sulla legittimità istituzionale di qualcuno.

Un processo per pochi

Esiste, però, un vero mercato nero che riguarda soprattutto il social dedicato alle fotografie. Infatti, su Facebook e Twitter chiunque può fare richiesta per la verifica. Su Instagram il processo è riservato solo a pochi ed è opinione diffusa che sia possibile solo dietro pagamento. In ogni caso, conta molto la visibilità del personaggio e la sua presenza sui media. La giornalista Kerry Flynn di Mashable ha cercato di delineare i dettagli di questo mercato nero ascoltando le testimonianze di chi è stato direttamente coinvolto nel fenomeno. «Ho venduto verifiche per cifre comprese tra 1.500 e 7.000 dollari», dice a Mashable James.

Il business nascosto

James non ha voluto rivelare il suo cognome al sito americano ma ha raccontato di aver dato il via al suo business nascosto grazie alla collaborazione di un suo amico che lavora in Instagram. Il prezzo base per raggiungere l’obiettivo è 1.200 dollari ai quali si aggiunge un ricarico in base al personaggio e al suo interesse. L’attività descritta è comunque molto pericolosa e ha portato già al licenziamento di diversi dipendenti dell’azienda che si erano occupati di riattivare account chiusi.

Un blue checkmark difficile da ottenere

Kerry Flynn è riuscita anche a parlare con Alejandro Rioja, imprenditore digitale, che in privato su Facebook Messenger ha esposto tutti i passaggi per arrivare al blue checkmark di Instagram, dopo il pagamento di 6mila dollari. Questo non significa, comunque, che ottenerlo sia semplice. Anzi, il meccanismo si fa sempre più complicato con il passare del tempo.

 

Dopo Esselunga anche Coop sceglie Satispay

L’accordo di integrazione interesserà inizialmente tutti i punti vendita di Coop Lombardia. Nei prossimi giorni il servizio sarà reso disponibile anche in Liguria. Previsto uno sconto del per chi sceglie questo metodo di pagamento

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia