Mariangela Celiberti

Mariangela Celiberti

Set 25, 2017, 9:00am

Tersa Steam asciuga, stira e profuma i vestiti in appena 10 minuti

Ha la forma di un piccolo armadio e a prima vista sembra solo uno specchio. Il nuovo elettrodomestico si prende cura di diversi tipi di indumenti in pochissimo tempo. E costa meno di un'asciugatrice

Abiti profumati, igienizzati e pronti da indossare in appena dieci minuti. Senza sforzo e soprattutto senza usare asciugatrice o ferro da stiro. Una rivoluzione dal nome Tersa Steam che farà sicuramente felice chi non ama stirare o vuole evitare frequenti viaggi in lavanderia. Questo elettrodomestico da appendere alla parete – che arreda casa come se fosse semplicemente uno specchio – è a basso consumo ed eco-friendly. E fa risparmiare anche tempo prezioso, da dedicare ad altre attività. Sicuramente un’ottima alternativa alle soluzioni ‘tradizionali’ per la cura dei capi d’abbigliamento, con un minor rischio di rovinarli per errore.

 

Un progetto durato due anni

Il percorso che ha portato alla realizzazione dell’ultimo prototipo di Tersa Steam, nel novembre dello scorso anno, è iniziato nell’agosto del 2014. Nel corso dei mesi il team – composto da esperti in design, sviluppo e produzione – ha studiato come realizzare al meglio l’idea, per la quale è stato richiesto anche il brevetto.

Tersa Steam va collegato a una normale presa elettrica e il suo funzionamento è piuttosto semplice. Basta inserire il capo scelto all’interno tramite l’appendiabito fornito, insieme a una speciale capsula. Dopodiché si preme il pulsante di avvio, si attendono dieci minuti e il gioco è fatto. In queste capsule riciclabili – che ricordano quelle che si usano per fare il caffè – sono contenuti acqua distillata e profumi naturali. Ogni ciclo utilizza appena 10 cl di acqua. Jeans, camicie, t-shirt, biancheria e asciugamani: può essere usato anche per gli indumenti più delicati, che verranno così asciugati, rinfrescati, profumati e stirati.

 

«L’idea è nata durante il college, quando avevamo spazi ridotti per poter stirare e un uso limitato della lavatrice e dell’asciugatrice», raccontano dal team di Tersa Steam. «Naturalmente la speranza che il ferro da stiro possa essere mandato in pensione c’è, ma sappiamo anche che ci sarà sempre chi continuerà a preferirlo». Intanto il particolare elettrodomestico ha raggiunto il suo primo, importante obiettivo. Lanciato su Indiegogo a partire da 299 dollari – 100 in meno rispetto al prezzo di mercato – ha raccolto più di 70mila dollari in un mese, contro i 30mila richiesti. Ora è ancora possibile ordinare il proprio Tersa Steam sul sito a 349 dollari.

I progetti per il futuro

Tra i piani dell’azienda con sede in Colorado c’è una partnership con degli hotel e il lancio di una seconda campagna di crowdfunding internazionale, dato che la prima prevedeva spedizioni solo in Canada e Stati Uniti. Ma anche la realizzazione di un wi-fi “heads up-display” e di capsule ricaricabili e senza profumo, che possano quindi avere un costo minore rispetto a quelle attualmente disponibili, a circa un dollaro l’una. Il fenomeno Tersa Steam è appena all’inizio: le prime consegne sono in programma per maggio 2018.