Anna Gaudenzi

Set 27, 2017, 5:56pm

Anna Gaudenzi

Set 27, 2017, 5:56pm

A Dubai spicca il volo il primo taxi volante

Il taxi drone è prodotto dalla startup tedesca Volocopter e sarà in grado di trasportare due passeggeri e volare per 30 minuti a una velocità media di 31 km/h con punte di 60 km/h

A Dubai si potrà presto prendere un taxi volante. Si chiama “AAT” (autonomous aerial taxi) ed è a tutti gli effetti un’auto in grado di volare. Il velivolo è stato appena testato con un breve volo sotto gli occhi attenti del principe ereditario di Dubai Sheikh Hamdan bin Mohammed che ha avuto l’onore di premere il pulsante per lanciare in aria il particolare drone. Il biposto, che funziona a energia elettrica, ha volato per circa cinque minuti a un’altezza di 200 metri senza nessun passeggero a bordo.

Un progetto partito a febbraio grazie a Volocopter e RTA

Il taxi volante è stato realizzato dalla startup tedesca Volocopter dopo un accordo con l’autorità dei trasporti di Dubai (RTA) avvenuto a febbraio 2017. Gli ingegneri di Volocopter hanno ha lavorato per garantire la sicurezza del drone che vuole diventare un vero e proprio mezzo di trasposto dedicato ai passeggeri che vogliono evitare il traffico della città. Non solo, Dubai vuole essere la prima città al mondo a consentire ai clienti di usufruire del servizio di taxi volante tramite app.

Il paracadute di emergenza e i sedili in pelle

I taxi drone saranno in grado di trasportare due passeggeri e potranno volare per 30 minuti a una velocità media di 31 km/h con punte di 60 km/h. I droni saranno lussuosi e dotati di tutti i confort, ci sarà un paracadute di emergenza mentre le nove batterie avranno un tempo di ricarica di 40 minuti. Il tutto in una dimensione piuttosto contenuta: due metri di altezza per un diametro di circa 7 metri

La concorrenza viene dagli Stati Uniti

Per vedere i taxi volanti in piena attività bisognerà attendere ancora qualche anno e questo test si inserisce nella strategia di mobilità della città di Dubai che punta a ridurre il traffico su auto entro il 2030.
A quanto pare Volocopter dovrà solo stare attenta a non farsi superare dalla concorrenza: anche aziende americane stanno lavorando anche su veicoli volanti, tra queste Google Corp., Kitty Hawk e Uber.

Il video