Luca Annunziata

Luca Annunziata

Nov 7, 2017

Che cos’è Amazon Fire TV

Un dispositivo economico da agganciare alla propria TV. Per gustarsi i film compresi nell'abbonamento Prime (e Netflix, e Spotify, e altro ancora)

Era nell’aria da quando Amazon aveva lanciato anche in Italia il servizio Prime Video, quello che offre compreso nel prezzo dell’abbonamento serie TV e film in streaming: finalmente Amazon ha reso disponibile anche in Italia un nuovo dispositivo hardware, la Fire TV Basic, utile per fruire direttamente sulla televisione in salotto dei contenuti disponibili sul proprio servizio e su altri analoghi come Spotify, Netflix o YouTube. Un prodotto che somiglia alla Chromecast di Google, ma con alcuni sostanziali differenze: vediamo quali sono.

Fire TV non è una Chromecast

Il succo della esperienza utente con Chromecast, chi ne possiede una lo sa bene, è che il centro dell’esperienza utente è uno smartphone: è attraverso di quello che si configura il dispositivo, meglio se Android ma va bene anche iPhone, e si scelgono i contenuti da visualizzare, si fa partire la riproduzione o si ferma quando necessario. Di fatto il telefono diventa il telecomando: con Fire TV le cose vanno diversamente.

 

Dentro il corpo compatto della Fire TV (in Italia arriva la Basic Edition: per capirci, è grande poco più di una chiavetta USB) c’è un processore Mediatek analogo a quello che si potrebbe trovare in uno smartphone (economico) assieme a 1GB di RAM e 8 gigabyte di storage che viene usato per ospitare il sistema operativo Fire OS (Android riveduto e corretto) e qualche app. Nella confezione troverete anche un telecomando, utile per controllarne il funzionamento e per selezionare il contenuto da visualizzare.

 

Sul piano tecnico possiamo aggiungere ancora che Fire TV è in grado di funzionare con i codec H.264 e H.265 fino alla risoluzione 1080p (FullHD), e supporta anche l’audio posizionale (5.1 e 7.1) nei formati Dolby Digital AC3 ed eAC3. La connettività è garantita da un WiFi dual-band con antenna 2×2 MIMO che supporta il protocollo 802.11ac. Sigle che di fatto significano che si può affermare con una certa sicurezza che la stragrande maggioranza dei contenuti in circolazione sarà supportata facilmente da questo device Amazon.

Come si usa Fire TV

Una volta acquistata, ovviamente su Amazon, e ricevuta a casa non è complicato installare Fire TV Basic sul proprio televisore: basta avere una porta HDMI disponibile e infilarci la pennetta, collegare il cavo micro-USB all’alimentatore fornito nella confezione e inserire quest’ultimo in una presa elettrica. Poche altre operazioni e si potrà collegare Fire TV alla rete WiFi di casa. Il telecomando dispone di pochissimi tasti, proprio per rendere il più possibile semplice il suo utilizzo.

L’elenco delle app disponibili, e quindi dei contenuti fruibili attraverso Fire TV, corrisponde a quello che Amazon stessa mette a disposizione sul suo store: sin dalla nascita della linea Fire l’azienda di Jeff Bezos ha effettuato un “fork” di Android, ovvero utilizza la stessa tecnologia quasi onnipresente sugli smartphone di tutti ma personalizza in modo significativo l’esperienza utente con un’interfaccia differente e un marketplace dove acquistare le app diverso dal Play Store. Non mancano comunque le app fondamentali: dai social network ai giochi più popolari, alcune sono gratuite e altre a pagamento.

 

Si accende la TV, si lancia una app e si inizia la visione (o l’ascolto, o il gioco): tutta l’esperienza viene mediata dal telecomando, che funge anche da controller per i videogame, trasformando anche una comune TV LCD in una smart-TV a tutti gli effetti.

Mi serve Fire TV?

La risposta a questa domanda è: dipende.

 

Chi possiede già una Chromecast, e magari ha già collegato una console come la PS4 alla propria TV, potrebbe tranquillamente fare a meno di Fire TV. Tutti i contenuti che vengono mediati da questo device, infatti, sono già disponibili sulle altre piattaforme.

 

Chi invece non possiede nessuno dei dispositivi citati, e ha un televisore LCD con qualche anno sulle spalle, potrebbe invece trovare interessante questa novità: Fire TV è un po’ più potente e flessibile nell’utilizzo di Chromecast, anche se non dispone di alcuna memoria interna utile a immagazzinare i dati e dunque è pensata esclusivamente per funzionare con video e audio in streaming.

 

Se siete grandi utilizzatori di Netflix, YouTube e altre piattaforme di questo tipo, allora Fire TV potrebbe fare per voi.

Quanto costa Fire TV

Fire TV Basic arriva da oggi in Italia al prezzo di 59,99 euro: si può già ordinare su Amazon, ma le consegne inizieranno da domani. Chi è già utente Amazon Prime può approfittare di uno sconto che fa calare il prezzo fino a 39,99 euro: prezzo in linea con quello del principale concorrente, Chromecast di Google.