Realtà Virtuale

Fare una passeggiata su Marte con una foto a 360° della NASA

La NASA ha pubblicato su facebook una foto a 360° di Marte. L’immagine è stata realizzata grazie al lavoro di Curiosity, il rover atterrato sul pianeta nel 2012. Un altro esempio che dimostra come questo sarà, per davvero, l’anno della Realtà Virtuale.

La scorsa settimana la NASA ha pubblicato una immagine a 360 gradi di Marte sulla pagina Facebook del Rover Curiosity. L’obiettivo era quello di dare la possibilà agli appassionati di calcare il suolo del pianeta rosso, senza lasciare la propria scrivania di casa.

113529395-123c5c18-6971-4704-a9a9-8be54a6cdda7-1

Due tentativi della NASA

La foto sferica, tuttavia, presentava delle piccole imperfezioni. Piccoli difetti causati dal difficile lavoro di cucitura delle varie immagini, ad alta risoluzione, scattate dalla stessa Curiosity (che purtroppo non ha in dotazione l’equipaggiamento per fare video a 360°). Così, pochi giorni dopo, la NASA ha deciso di pubblicare sul proprio canale youtube una nuova versione, decisamente migliore. Eccola:

[youtube id=”ME_T4B1rxCg”]

Cosa si vede nella foto

La porzione che Curiosity ha immortalato non è molto ampia. È possibile però osservare una duna, tra le più grandi del pianeta rosso, chiamata Namib. Si tratta di una duna attiva, ovvero capace di spostarsi a causa di fenomeni naturali. Raggiunge un’altezza di 4 metri ed è localizzata vicino al monte Sharp, il cui cratere è stata la “pista” d’atterraggio, nel 2012, del Rover americano.

Schermata 2016-02-10 alle 16.11.54

Il commento di Zuckerberg

Anche il fondatore di Facebook, Marc Zuckerberg, ha condiviso la foto di Curiosity annunciando che il lavoro era stato fatto in collaborazione con il team del social network. «Questo è solo l’inizio di quello che potremo fare con la realtà virtuale e i video a 360 gradi». Sempicemente fantastico. E noi non possiamo che essere d’accordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

10 invenzioni tra le migliori del 2015 (e un magazine del Novecento)

Il 2015 è stato un anno intenso, in cui abbiamo avuto l’impressione di costruire un vero e proprio ponte per il futuro. Abbiamo raccolto per voi 10 tra le migliori invenzioni di quest’anno, che hanno migliorato il mondo, rendendolo più “smart” e, in qualche caso, più divertente.

Il video della NASA che mostra un anno di attività del Sole

Un anno di attività racchiusa in un unico video (spettacolare) pubblicato dalla NASA su youtube. Il materiale è stato raccolto dal Solar Dynamics Observatory, la sonda lanciata nel 2010 che, senza sosta, studia la nostra stella.

La nuova electric car della Nasa ci guiderà su Marte. Ma va già bene per le città europee

Il piccolo rover sviluppato a Houston va a batteria e può essere guidato via software anche a distanza, escludendo il guidatore umano.

Non ascolti musica ma gestisci i suoni (e i rumori) intorno a te. Ecco gli auricolari del futuro

Si chiamano Here Earbuds e sono stati creati da una startup americana che ha appena ricevuto 17 milioni di dollari di finanziamento. Sono auricolari speciali che cancellano i rumori molesti e regolano i suoni del mondo dallo smartphone.

Missione VITA, Paolo Nespoli torna nello spazio

L’astronauta italiano sarà per la terza volta in orbita attorno alla Terra, per la seconda volta ospite della Stazione Spaziale Internazionale. Il suo compito a bordo della ISS sarà svolgere esperimenti di fisiologia e biochimica per studiare il comportamento della vita nello spazio

Google, Facebook e marketing digitale: così il turismo in Portogallo fa numeri e dà lavoro

Visibilità nelle ricerche online e offerte personalizzate. Ecco come il Paese lusitano ha fatto delle proprie bellezze un business, con un fatturato 2016 di 11 miliardi (e 40 mila posti di lavoro in oltre 4 mila aziende)

Questa startup di Wylab trova borse di studio per atleti | Usa College Sport

Selezionare borse di studio per atleti nelle università statunitensi, questa la mission del progetto di Deljan Bregasi: «Abbiamo relazioni con 2000 diverse università e possiamo comunicare con migliaia di allenatori di 14 sport diversi»

Come rapire Martina, 5 anni, usando i dati su Facebook. Il video da 200mila visualizzazioni in 24 ore

Matteo Flora ha dimostrato com’è possibile che un profilo Facebook creato dai genitori a una bambina possa rivelare dati preziosi utilizzabili come un’arma da un rapitore. Il video è diventato virale in poche ore