immagine-preview

Feb 4, 2018

CrowdFundMe lancia l’equity della prima piattaforma che “insegna” il calcio in Cina

Con i suoi contenuti educativi Zuqiulegends punta ad un mercato enorme che conta oltre 300 milioni di appassionati. Obiettivo minimo 150K, la campagna di crowdfunding porterà alla produzione di 2 masterclass online

Il Dragone che si getta alla conquista del calcio. Prima all’estero acquistando a peso d’oro team dall’antica tradizione e campioni internazionali da far giocare nel campionato cinese, e ora in patria investendo sulle scuole calcio che giorno si moltiplicano nelle grandi città.

Con 300 milioni di appassionati e un presidente, Xi Jinping, che vuole farne il principale sport nazionale, la Cina si candida ad essere la prossima “terra promessa” del pallone. Se a questo si aggiunge, poi, il fatto che internet è un indispensabile mezzo di comunicazione e apprendimento per migliaia di studenti (si calcola che nel Paese ci siano oltre 750 milioni di user), è facile capire perché la startup Zuquilegends vuole diventare la principale piattaforma online-to-offline per produzione e vendita di contenuti educativi in campo calcistico. Un obiettivo importante che per essere raggiunto ha bisogno di investor pronti a credere nel progetto.

ZQL, video contenuti e grandi campioni

Alla base di ZQL, nata nel febbraio 2017 e incubata dall’Università Bocconi di Milano, c’è passione ma anche tanta esperienza diretta della realtà cinese e dei repentini cambiamenti che sta vivendo oggi.

I fondatori, l’uruguaiano Nicolas Santo e l’italiano Giovanni Lovisetti, hanno a lungo vissuto in Cina e maturato un importante know-how nel settore grazie alla collaborazione con la Champions’ International Camps Asia Ltd. Una società società specializzata nell’organizzazione di football camp con la partecipazione di stelle del calcio italiano e mondiale che oggi possiede la maggioranza della Zuqiulegends.

 

“Attraverso la nostra piattaforma gli utenti cinesi potranno acquistare contenuti video sul calcio, con protagonisti personalità come Massimo Ambrosini, Billy Costacurta e Marco Negri“, ci spiega Lovisetti.  Sulla piattaforma si potranno acquistare i contenuti delle masterclass composte da video tutorial, vere sessioni di allenamento tecnico e tattico, e da “pillole” di breve durata dedicate ad un gesto specifico (stop, colpo di testa, palleggio).

Uno sport per tutti

Ma ZQL non si può ridurre a una semplice piattaforma per la vendita di contenuti. “Lavorando qui in Cina alla realizzazione di scuole calcio e football camp”, racconta Nicolas Santo, “ci siamo resi conto che l’interesse e la partecipazione dei ragazzi tra gli 8 e i 16 anni è enorme. Imparare a colpire il pallone nel modo corretto, non gli basta. Loro vogliono sapere cosa si prova ad esultare per un gol davanti a uno stadio in festa, o cosa ti passa per la mente quando sollevi un importante trofeo. Insomma, vogliono vivere questo sport”.

 

Sfruttando la rete, non solo si rende più accessibile un contenuto per i potenziali clienti, si contribuisce anche ad abbattere un impedimento da non sottovalutare nella Cina attuale. Ossia, la distanza. “Ci sono comunità anche grandi che rischiano di essere escluse da questo boom del calcio. Un video tutorial che si può acquistare online impedisce che questo sport si trasformi in una prerogativa delle sole grandi città dove il governo finanzia scuole calcio e team professionistici”.

E per raggiungere tale scopo losviluppo delle relazioni con Sina Sport, piattaforma cinese leader nella trasmissione online di eventi sportivi in diretta e sezione sportiva del social network Sina Weibo, potrebbe rivelarsi determinante.

Leggi anche: Il clone cinese di Twitter che vale più di Twitter

Su CrowdFundMe la campagna di equity

Ovviamente, scalare il mercato cinese da soli è un’impresa titanica e pressoché impossibile. Perciò ZQL ha scelto di lanciare una campagna di equity crowdfunding su uno dei portali italiani più quotati in questo campo. Quello di CrowdFundMe.

Obiettivo minimo 150K, utile per la produzione e post produzione di due masterclass online, con grandi nomi calcistici. Ma se la campagna dovesse raggiungere il massimo di 300K, le masterclass da realizzare diverrebbero quattro e con un’ulteriore ottimizzazione di quelle già realizzate: nuovi contenuti e diversi location di ripresa, alternando Italia e Cina per offrire al pubblico orientale una maggiore familiarità e riconoscimento.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter