iPad, Apple aggiunge A10 e Pencil

Nuova versione per il tablet 9,7 pollici erede dell'originale. Con un nuovo processore e il supporto alla Apple Pencil. E un prezzo accorciato rispetto al predecessore

Cambiamenti sotto il cofano, estetica inalterata. Con il nuovo iPad da 9,7 pollici Apple sembra aver mai abbandonato definitivamente l’idea di numerare le versioni, monta un nuovo processore (che sarà familiare però a chi ha già un iPhone 7) e supporta la Apple Pencil. Una novità pensata soprattutto in ottica education, visto che assieme al tablet rinnovato arriva anche una nuova iniziativa per l’istruzione: si chiama “creatività per tutti”, e comprende oltre alla tavoletta anche un software utile per creare materiale didattico.

Il nuovo (vecchio) iPad

Non cambia il design di iPad, ormai piuttosto stabile da qualche anno a questa parte: l’innovazione o forse meglio dire l’evoluzione dei tablet si è arrestata da un po’, complice anche il raggiungimento di una buona ergonomia del prodotto – e anche perché non si può poi costruire troppo attorno a uno schermo touch. Quindi a parte qualche spostamento di pulsanti a destra o sotto lo schermo, uno o più altoparlanti a bordo, di fatto non c’è molto altro da dire sotto questo aspetto.

 

Sotto il cofano però è un’altra storia: stiamo assistendo a una costante rincorsa a performance e capacità che fino a qualche anno fa erano esclusivo appannaggio dei PC da scrivania, e il chip A10 che monta questo iPad è l’esempio perfetto. La scelta di installarlo nel tablet è legata a doppio filo alle potenzialità anche in termini di elaborazione grafica di questo processore: combinare CPU, GPU, schermo e fotocamere apre le porte alla possibilità di sfruttare realtà aumentata (AR) e virtuale (VR) anche in classe, con notevoli benefici sotto il profilo didattico.

Così il nuovo iPad da 9,7 pollici di fatto si mette in pari (o quasi) con i suoi fratelli maggiori: schermo Retina, connettività WiFi e 4G più veloce, nuovo pannello touch integrato nel display che supporta anche la Apple Pencil. Quest’ultima si acquista comunque separatamente, ma può essere usata per scrivere e disegnare sul tablet sia da principianti che da utenti avanzati.

 

Una sforbiciata ai prezzi: si parte da 359 euro per il modello 32GB con solo WiFi, a cui eventualmente sommare altri 99 euro per la Pencil, mentre per il modello 4G si parte da 489 euro sempre con 32GB di storage. Per scuole e studenti ci sono al solito delle promozioni applicabili, acquistando su Apple Store online, in un Apple Store fisico o rivolgendosi ai rivenditori autorizzati.

Creatività per tutti

Dopo aver sperimentato un programma per insegnare a programmare sui suoi device, in modo diverso rispetto al passato (con interattività e gamification delle attività), Apple decide di allargare questo moderno approccio alla didattica anche al resto dell’insegnamento. Creatività per tutti è il nome di questo programma gratuito, tutto centrato sul nuovo iPad con Apple Pencil e che fornisce a studenti e insegnanti accesso alle app come Pages, Number, iMovie e ovviamente a tutte le altre disponibili su App Store da Office a software specifici per la didattica e l’apprendimento.

Per semplificare anche la vita in classe agli insegnanti le cui scuole adottano iPad, a Cupertino hanno allargato la suite di lavoro per i professori: a Classroom, usata per guidare le lezioni in aula da iPad e dall’estate anche via Mac, si abbina ora Schoolwork che serve per progettare e costruire le lezioni e il materiale didattico. A questo si uniscono infine 200GB di storage offerti gratuitamente a studenti e insegnanti che aderiscono al programma.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter