Redazione

Feb 17, 2016

Redazione

Feb 17, 2016

Accesa (in Marocco) la centrale solare più grande del mondo

Muhammad VI, Re del Marocco, ha acceso la prima sezione della centrale solare più grande del mondo. Sarà completata nel 2018 per dare energia a un milione di case. Tutto nel luogo dove sono stati girati "Games Of Thrones", "La Mummia" e "Il Gladiatore".

Qualche mese fa vi abbiamo raccontato il progetto che porterà, nel 2018, alla costruzione della centrale solare più grande del mondo. Un gigante che coprirà un’area grande oltre 3mila campi da calcio, in Marocco, a Ouarzazate, in pieno deserto. Un luogo divenuto famoso per essere stato uno dei set di Games Of Thrones, una delle serie televisive di maggior successo, ma anche de Il Gladiatore e de La Mummia

160205152307-noor-complex-ouarzazate-1-exlarge-169

L’11 febbraio il progetto ha preso il via. Re Muhammad VI, sul trono da 17 anni, ha inaugurato la prima sezione dell’intera struttura, Noor 1. Si tratta di 500mila specchi che soddisferanno il fabbisogno (160 megawatt) di circa 650mila persone. Una volta a pieno regime l’impianto darà energia a un milione di abitazioni.

Leggi: A Ouarzazate nascerà la più grande centrale solare del mondo

Come funziona l’impianto

La centrale si servirà di moderne tecnologie. Gli specchi parabolici installati cattureranno l’energia del sole per riscaldare i tubi dove scorrerà un olio che, producendo vapore, metterà in modo le turbine. Ma non solo. Il calore dell’olio verrà usato per riscaldare grandi quantità di sale. Le temperature elevate (fino a 500°) porteranno il minerale a sciogliersi, accumulando così il calore che potrà essere impiegato per far funzionare i generatori per circa tre ore anche con il buio. Con l’attivazione completa si arriverà ad un’autonomia di oltre 8 ore. 

5637

L’obiettivo finale

Una scelta obbligata per il Marocco costretto, oggi, a importare dall’estero l’energia elettrica di cui ha bisogno. Entro il 2020,invece, oltre il 40% del  fabbisogno nazionale arriverà da fonti rinnnovabili, anche grazie alla centrale solare di Ouarzazate. Un investimento di 9 miliardi che, nel lungo periodo, non potrà che giovare all’intera economia nazionale.