Gabriele Perrone

Gabriele Perrone

Mag 3, 2018

Conti in rosso per GoPro: lo stipendio del CEO scende a un dollaro

L’azienda di action cam ha chiuso il 2017 con vendite in netto calo e tagli al personale. Così Woodman vede svanire i suoi bonus

Un anno da dimenticare per GoPro e per il suo fondatore e CEO Nick Woodman, il cui stipendio quest’anno sarà di solo 1 dollaro. L’azienda americana produttrice di micro-videocamere “indossabili” utilizzate soprattutto dagli sportivi ha chiuso il 2017 con vendite in netto calo, a cui si aggiungono tagli ai posti di lavoro e l’abbandono del settore dei droni che era stato inizialmente esplorato, ma senza successo.
Come si legge sul Financial Times, nel report annuale della società è stato spiegato che per Woodman è sfumato un bonus potenziale da 1,2 milioni per il 2017 proprio a causa dei conti in rosso. E pensare che nel 2014 l’imprenditore aveva ricevuto un bonus in azioni da ben 285 milioni di dollari dopo la quotazione in Borsa.

Profondo rosso

Quest’anno, invece, il suo stipendio sarà solo di 1 dollaro, come ha deciso il consiglio di amministrazione (un portavoce della società ha precisato al Financial Times che lo stesso Woodman avrebbe chiesto di tagliare simbolicamente il suo salario).
Per GoPro le vendite del 2017 sono risultate piatte a quasi 1,2 miliardi di dollari, e in particolare il mese di dicembre (quello più importante per i regali natalizi) ha segnato un calo del 38%, così le perdite dell’esercizio sono state pari a 183 milioni. Questi risultati e la “revisione della performance aziendale”, si legge nel documento, hanno portato alla decisione di non approvare alcun bonus per Woodman.

Cercasi un compratore

Da quando si è quotata in Borsa nel 2014, GoPro sta vivendo difficoltà finanziarie e ha ridotto il suo organico del 20% per cercare di contenere le perdite economiche. Inoltre il suo valore negli ultimi tre anni è sceso da 1 miliardo a 700mila dollari.
L’azienda ha dato mandato alle banche d’affari di cercare un potenziale compratore e, secondo Bloomberg, nelle ultime settimane si sarebbe fatta avanti Xiaomi, uno dei cinque maggiori produttori di smartphone al mondo. La cifra dell’affare? GoPro vorrebbe 1 miliardo di dollari, ma viste le recenti difficoltà Woodman potrebbe essere costretto ad abbassare notevolmente le sue richieste.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter