Viume, la web app che fa shopping al posto tuo

Grazie all'Intelligenza Artificiale questa applicazione è in grado di scegliere al posto tuo l'outfit perfetto

Fare shopping piace, ma non a tutti. E non tutti hanno tempo per farlo.

E’ da questa considerazione che è nata Viume, Web App che permette di trovare l’outfit più adatto per ogni occasione. Fondata da Silvia Bardani, giovane talento con diverse esperienze di CRM e nel digital marketing del settore retail, Viume aiuta gli utenti che non hanno tempo né voglia di fare acquisti, on-line ma anche off-line.

«Il target di Viume è infatti composto da urban professional tra i 20 ei 50 anni con un potere d’acquisto di 30/35mila euro di media annuale» ci spiega Silvia Bardani «ed è rappresentato da uomini e donne che vivono in grandi centri urbani, iperconnesi e attivi sui social media. Sono principalmente dei comfort-seeker che vogliono essere serviti da un assistente durante il processo decisionale».

Ed è questo che Viume è: un assistente di AI che combina human expertise e machine learning, la cui combinazione permette di trovare l’outfit più adatto, a seconda dell’occasione, in base alle caratteristiche personali e allo stile di vita di ogni cliente.

Lo shopping si fa con l’Intelligenza artificiale

Come avviene tutto ciò? Attraverso una UX molto semplice: basta infatti creare un proprio profilo online e rispondere ad alcune domande chiave, principalmente rappresentate da immagini o da icone. Attraverso le risposte si indicano le proprie caratteristiche, le preferenze di abito e (soprattutto) il budget a disposizione. Una volta inviate le informazioni, il processo di apprendimento da parte del machine learning è automatico: il set degli algoritmi elabora infatti una selezione dei brand, dei capi e dei colori più adatti all’utente. Questo match viene inviato allo/a stylist che personalizza la proposta e interagisce con il cliente in modo attivo, tramite messaggi vocali e foto.

Pochi passi (e pochi clic) e l’acquisto è completo: il cliente riceve in meno di tre ore il box con una proposta di outfit o di collezione (a seconda dell’esigenza) e ha tre giorni di tempo per provare tutto, pagando solo i prodotti che deciderà di tenere. Gli altri verranno ritirati.

Semplice, originale e a tratti quasi ludico – legato di fatto anche all’effetto sorpresa – Viume semplifica il processo di acquisto dell’utente target, permettendogli inoltre di ricevere un feedback di stile personalizzato, con consigli adattati al 100% al suo profilo e creati da stylist e micro influencers locali. Perchè questa è la vera novità: Viume non si affida a brand di mass market nè di alta moda, bensì a stilisti emergenti e locali. Solo così – ci spiega Silvia – è possibile soddisfare realmente le esigenze di originalità e scoperta di nuovi marchi richieste dal target.

Considerando che solo il 3,9% degli utenti di e-commerce di moda termina la propria esperienza online con un acquisto e il 75% degli utenti, non essendo “fashionista”, apprezza che un assistente svolga questo lavoro al suo posto, la scommessa di Viume può rivelarsi vincente. Per ora la piattaforma è attiva solo in Spagna, ma viste le premesse siamo curiosi (oltre che in attesa) di testarla sul territorio nazionale.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter