immagine-preview

Lug 11, 2018

Bodygram: il sarto smart arriva via app

Il sistema scansiona il corpo umano per creare abiti su misura, incentivando gli acquisti online

Quante volte vi è capitato di acquistare un abito in rete per poi scoprire, una volta ricevuto, che le misure non corrispondono esattamente a quelle illustrate sul sito del compratore? E dunque, invece che una comoda t-shirt vi ritrovate con un toppino da ballerina.

Niente paura. Sta per arrivare un’app che promette di misurare il nostro corpo attraverso la fotocamera dello smartphone e regalarci così vestiti su misura. L’ha realizzata l’azienda californiana Original Stitch e si chiama Bodygram: come un vero sarto professionista, il sistema scansiona il corpo umano attraverso delle foto frontali e laterali e crea camicie personalizzate utilizzando le misure rilevate.

I suoi creatori sono certi che la nuova tecnologia aiuterà ad aumentare le vendite di abbigliamento online, diminuendo i resi. «Non è raro vedere i tassi di reso dell’abbigliamento che raggiungono il 40-50% – spiega il Ceo di Original Stitch Jin Koh – l’abbigliamento infatti è ancora una delle categorie meno acquistate online». E sarà disponibile già per l’estate.

Migliorare acquisti e diminuire i resi

«Bodygram necessita di sole due foto sul telefono – ha spiegato il Ceo – Basta prendere una foto frontale e una laterale e caricarle sul Cloud: una notifica push dell’app avviserà poi quando il rapporto dimensionale sarà pronto».

Nel rapporto troveremo così le misurazioni complete del nostro corpo: collo, manica, spalla, petto, vita, fianchi e così via. «Bodygram è in grado di produrre risultati con un’accuratezza del 99%», assicura Koh. Ad ogni modo, il team si impegna a occuparsi di restituzioni e cambi gratuiti in caso la vestibilità non fosse quella desiderata.

Non solo. Le foto possono essere eseguite con indosso abiti normali e su un qualsiasi sfondo. «Le tecnologie disponibili oggi sul mercato richiedono invece di indossare una tuta spandex molto aderente – racconta Koh – e di dover scattare foto a 360 gradi di tutto il corpo su uno sfondo semplice».

Qui invece sono sufficienti due foto per eseguire più di quaranta misurazioni. Un grosso vantaggio dunque, in termini di semplicità, comodità d’uso e accuratezza del risultato.

«Siamo i primi ad utilizzare entrambe le tecniche di computer vision e machine learning per riuscire a identificare la forma del corpo sotto i vestiti», spiega ancora l’ideatore dell’app. «Una volta prevista la forma del corpo – conclude – abbiamo un nostro algoritmo per calcolare la circonferenza e la lunghezza di ciascuna parte del corpo».

In arrivo per l’estate

L’app verrà rilasciata entro l’estate, sia per iOS che per Android. Secondo  le intenzioni dei suoi creatori, oltre ad essere utilizzato nel mondo dell’abbigliamento su misura personalizzato, questo strumento potrà aiutarci a monitorare i cambiamenti del nostro corpo nel tempo.

Tutti i dati raccolti dall’app, a intervalli regolari di tempo, potranno consentirci di tenere sotto controllo il peso e, più in generale, il nostro stato di salute. La società ha inoltre annunciato che concederà la tecnologia in licenza ad altri fornitori che si occupano di abiti su misura, con i quali sta già stringendo delle partnership commerciali.

@antcar83

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter