immagine-preview

Set 5, 2018

Boom Iliad: prima semestrale con 1,5 milioni di abbonati

In un mese lento come agosto la telco francese ha raccolto 635mila nuovi abbonati. Compensando un calo in Francia

A inizio agosto il numero di abbonati ha superato il milione e mezzo. Ecco perché la telco francese Iliad ha parlato di un “successo commerciale continuo ed eccezionale” nel Belpaese, dove in un mese soltanto la compagnia ha consegnato le sue SIM a 635mila nuovi clienti. Il commento dei dati finora incoraggianti è contenuto nella semestrale di bilancio di Iliad: ricordiamo che il nuovo operatore è sbarcato nel mercato italiano soltanto il 29 maggio scorso, con offerte che in breve sono riuscite a spostare equilibri consolidati. Anzi, mettendo in seria difficoltà la concorrenza.

Il ruolo di Iliad in Italia

Quarto operatore mobile nella penisola, il fatturato di Iliad in Italia ha raggiunto i 9 milioni di euro stando ai dati della semestrale di bilancio. Un valore marginale se pensiamo che la compagnia francese ha raccolto nel primo semestre 2017 un tesoretto complessivo che supera i 2,4 miliardi di euro, registrando una crescita dello 0.1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Eppure le offerte low cost e la strategia di flash sales di Iliad sembrano aver convinto sempre più persone a “traslocare” sul nuovo operatore in Italia. Ha funzionato la formula dei 5,99 euro per minuti illimitati e 30GB: tariffa che doveva essere riservata a 1 milione di utenti, che alla fine è stata attivata a più abbonati, ma che comunque è andata ad esaurirsi. Rimpiazzata da quella da 6,99 euro che ha portato il traffico dati a 40GB. Ora il sito recita: “L’offerta continua per ulteriori 200.000 utenti”. Dunque è lecito attendersi che anche questa presto venga ritirata. Resta da capire cosa accadrà dopo.

Leggi anche: Cambiare smartphone, cambiare operatore: guida pratica allo shopping

“In Italia – si legge nel documento di Iliad – il modello commerciale si basa su una offerta semplice, trasparente e senza alcun costo nascosto”. Motivo che, numeri alla mano, sembra la chiave della crescita di abbonati complessivi della telco francese qui da noi: invece, sul mercato francese, i clienti sono scesi sotto i 20,1 milioni a fine giugno (erano oltre 20,2 milioni al termine del 2017).  L’Italia è quindi indispensabile per garantire una crescita degli abbonati (a fine primo semestre 2017 erano 19,6 milioni), nonostante la flessione del mercato transalpino.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter