immagine-preview

Set 13, 2018

In arrivo il braccialetto intelligente che monitora il ciclo

Si chiama Ava, il braccialetto che si indossa la notte e monitora fattori come frequenza cardiaca, respirazione e fasi del sonno: riesce ad individuare i momenti fertili della donna con efficacia e precisione rispetto ai metodi usati in passato

La tecnologia sta semplificando le nostre vite come mai prima. Basta premere un tasto per chiamare un taxi, per ordinare il pranzo o per condividere una foto. Ma quando si tratta di questioni che riguardano le donne, spesso siamo fermi all’età della pietra, e la registrazione del ciclo mestruale è una di queste, spesso ancora appuntata su calandrai cartacei.

 

A questo aspetto ha pensato, dopo 3 anni di test scientifici, una startup di Zurigo ideando il braccialetto “monitora ciclo”: Ava, questo è il suo nome.

Si tratta di un dispositivo indossabile  (wearable device) che registra il ciclo mestruale durante la notte individuando i momenti fertili delle donne, e non solo fornisce informazioni precise anche su sonno, stress e frequenza cardiaca a riposo.

 

Il braccialetto intelligente

Ava è un originale bracciale che a prima vista sembra un activity tracker, uno di quei dispositivi tecnologici ormai tanto diffusi che si occupano di tracciare l’attività fisica e il riposo notturno. Ha un cinturino regolabile di materiale plastico che si adatta semplicemente a qualsiasi misura di polso e che contiene un corpo intelligente di forma tondeggiante e colore metallico. Non ha display o tasti a vista, ma sul retro, nella parte che appoggia direttamente alla pelle, è presente un piccolo scanner, dal quale il dispositivo rileva i dati necessari alle sue misurazioni.

Durante il sonno, i sensori di Ava raccolgono dati di nove differenti parametri fisiologici. Questi parametri sono inviati al nostro algoritmo al fine di individuare il periodo fertile. Altri metodi di rilevamento della fertilità si basano su un singolo parametro e pertanto non possono fornire un’immagine completa della fertilità in tempo reale. Ava rileva i primissimi segni dell’inizio del periodo fertile e ne conferma la conclusione.

 

Come funziona Ava

Ava non è un sistema di previsione, ma di rilevazione in tempo reale della fertilità; è in grado di registrare in presa diretta tutti i cambiamenti fisiologici rilevanti e di individuare in media 5,3 giorni fertili per ogni ciclo con una precisione dichiarata dell’89%, che è stata testata presso l’Ospedale Universitario di Zurigo.

Basta indossarlo prima di andare a dormire: durante il riposo notturno il corpo è totalmente rilassato e i parametri rilevati sono più precisi, in quanto non influenzati dalle normali attività che svolgiamo durante la veglia. Al mattino, sincronizzando il bracciale con l’applicazione dedicata, sarà possibile tener traccia di tutte le informazioni raccolte, visualizzare grafici e tendenze.

 

Cosa misura

La mole di dati registrata da AVA per misurare la fertilità è davvero incredibile: frequenza cardiaca, temperatura della pelle, andamento del sonno, frequenza respiratoria, dispersione termica, eventuale movimento, perfusione (cioè il flusso del sangue verso i tessuti) e bioimpendenza. Quest’ultima in particolare rappresenta la capacità del tessuto organico di resistere alle piccole tensioni elettriche ed è utile per avere sotto controllo tutti i dati relativi alla pelle, tra cui livello di sudorazione e idratazione, che cambiano naturalmente durante il ciclo.

Possono misurare la fertilità con AVA tutte le donne con un ciclo regolare o meno, che abbia una durata compresa tra i 24 e i 35 giorni. Il dispositivo, come dichiarato dallo stesso produttore, non è adatto a chi soffre di Sindrome dell’Ovaio Policistico (PCOS) e a chi assume contraccettivi ormonali.

Il braccialetto AVA non serve solo a misurare la fertilità, ma fornisce informazioni anche sulla durata e la qualità del sonno, permette di tracciare efficacemente il ciclo e, in caso di gravidanza in corso, è d’aiuto per tenere sotto controllo lo stato generale di salute.

 

AVA women

Nel 2016 il lancio sul mercato americano, ora in Europa e in Cina: Ava è diventata una piccola multinazionale, con oltre 50 impiegati che lavorano nella sede di sviluppo e amministrazione a Zurigo, altri 15 che si occupano di marketing a San Francisco, altrettanti programmano le app a Belgrado e una decina assicurano il supporto della clientela da Manila.

In futuro la startup punta ad evolvere l’uso del braccialetto anche durante la gravidanza, per registrare dati sulla salute della donna e prevenire patologie in gravidanza.

AVA può essere ordinato solo tramite il sito ufficiale.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter