Medtech

Medtech

World Cancer Day, 6 startup italiane che vogliono curare e sconfiggere i tumori

Ogni anno muoiono a causa dei tumori 8,2 milioni di persone nel mondo. Dalla biotecnologia alla chirurgia, ecco i progetti di 6 imprese italiane che hanno sviluppato metodi sperimentali per contrastarli e introdurre nuove possibili cure

di Lara Martino
Health

La startup che crea ossa (naturali) dalle cellule staminali. Epibone

Da Brooklyn un team di giovani ricercatori ha messo a punto un metodo per creare in laboratorio ossa umane, partendo dalle proprie cellule.

di Luca Scarcella
Medtech

Il piccolo “origami robot” che salverà la vita ai bambini che ingeriscono le batterie

Al MIT lavorano ad un robot in grado di catturare ed espellere elementi estranei dal corpo umano, come micro oggetti ingeriti dai piccoli

di Sara Mauri
Health
Health

La benda smart (da un milione di sterline) che cura le infezioni da ustioni dei bambini

Cambia colore quando un’infezione è in atto sulle lesioni da ustioni, segnalando ai medici che è necessario intervenire: oltre a facilitare le cure e renderle più brevi ed efficaci, questa speciale benda rappresenta un valido aiuto anche contro l’antibiotico-resistenza.

di Mariangela Celiberti
Medtech
Medtech

Sono made in Italy i tatuaggi hi-tech che ti fanno l’elettrocardiogramma

Fatti con materiali poco costosi, per “indossarli” basta solo un po’ d’acqua. Il tatuaggio hi-tech dell’Istituto Italiano di Tecnologia sarà in grado di monitorare molti parametri vitali adattandosi a ogni superficie del corpo

di Cristina Da Rold
Medtech

Kinsa, il termometro smart che dice alle mamme cosa fare in caso di febbre

Grazie a un collegamento bluetooth con il tuo smartphone l’app esamina la temperatura, l’età del paziente e suggerisce un possibile protocollo da seguire fra 14 inseriti di default. Mapperà la diffusione dell’influenza negli asili e nelle scuole.

di Cristina Da Rold
Medtech

L’israeliana uMoove cattura i movimenti oculari e secondo Forbes cambierà il mondo

La startup israeliana fondata da Yitzi Kempinski nel 2010 ha prodotto nel 2014 il primo gioco basato sul movimento oculare e oggi si prepara a conquistare il mercato della diagnostica medica con i suoi dispositivi di eye-tracking

di Cristina Da Rold