carlo ratti

Lifestyle

Paint by Drone, il progetto di Carlo Ratti per dipingere sugli edifici con i droni

I velivoli senza pilota spruzzeranno colore sulle facciate delle costruzioni urbane di Berlino e Torino, seguendo i disegni degli artisti locali. Tramite un’app chiunque potrà partecipare all’iniziativa per realizzare nuove forme di graffiti urbani condivisi e innovativi

di Lara Martino
Green Tech

Treepedia, il progetto del Mit che mappa quanti alberi ci sono nelle città del mondo

Nel progetto è coinvolto anche l’architetto italiano Carlo Ratti: la mappatura ha l’obiettivo di ripopolare le città di alberi, coinvolgendo i cittadini

di Giancarlo Donadio
scenari

4mila persone e tanta sharing economy. Ecco come sarà la comune 2.0 di Carlo Ratti

Il Patrick Henry Village si trasforma in una comune 2.0 grazie a Carlo Ratti. Ecco il progetto creato grazie ai principi della sharing economy. Ci saranno circa 4mila persone e si sperimenterà un nuovo stile di vita.

di Stefania Leo
Smart Mobility

Tra i canali di Amsterdam la prima flotta di barche autonome. Roboat

Per i prossimi 5 anni trasporteranno persone e merci. Se il riscontro sarà positivo potranno rivoluzionare la mobilità nelle città attraversate da canali e corsi d’acqua. Come Amsterdam. Al timone del progetto, ispirato dal MIT, c’è l’architetto italiano Carlo Ratti.

di Redazione
Social Innovation

Il sofà intelligente di Carlo Ratti che cambia forma quando serve (o se si annoia)

Lift-Bit è il nuovo progetto di Carlo Ratti che coniuga l’Internet-of-Things al mondo dell’arredamento e del design. Il risultato è un sofà intelligente che cambia forma in base alle nostre esigenze ma anche se si annoia.

di Stefania Leo
news

Carlo Ratti: «Faremo il grattacielo più alto del mondo mettendo in verticale Central Park»

Si chiamerà The Mile e sarà alto un miglio. Il grattacielo verrà presentato a Cannes e, una volta costruito, doppierà il Burj Khalifa di Dubai. Ancora non si sa quale sarà la città che lo ospiterà: «Sarà un grande parco naturale, come Central Park, ma in verticale».

di Stefania Leo