crowdsourcing

Scienza

Il crowdsourcing di Medici senza frontiere per mappare l’ultima epidemia di ebola

L’iniziativa aiuterà ad avere un quadro dettagliato delle aree colpite dalla diffusione del virus che ha fatto 11.300 vittime in tre anni. La collaborazione dei residenti permetterà di dare indicazioni precise su strade, abitazioni e altri edifici e sulla loro popolazione

di Lara Martino
Crowdsourcing

Il Mit fa un sito che simula incidenti di auto senza pilota (e tu decidi chi deve morire)

L’università di Boston ha creato un sito sul quale gli utenti analizzano diversi scenari e propongono la scelta che ritengono più etica in caso di imprevisti su strada con le macchine self-driving. Il tentativo è quello di programmarle secondo il senso comune

di Lara Martino
APP

Come funziona (e perchè fa discutere) Magnus, lo Shazam delle opere d’arte

Invece di riconoscere i titoli delle canzoni, questa app identifica le opere d’arte di cui non conosciamo l’autore. Basta puntare lo smartphone sull’opera per visualizzare titolo, nome dell’artista, materiale e dimensioni. Ma c’è di più. Magnus mostra anche il valore dell’opera: una funzionalità che ha già generato polemiche.

di Antonio Carnevale
Medtech

Kinsa, il termometro smart che dice alle mamme cosa fare in caso di febbre

Grazie a un collegamento bluetooth con il tuo smartphone l’app esamina la temperatura, l’età del paziente e suggerisce un possibile protocollo da seguire fra 14 inseriti di default. Mapperà la diffusione dell’influenza negli asili e nelle scuole.

di Cristina Da Rold
Ambiente

Che aria respiri? Da una start up di Berkeley ecco mappa e sensori per misurare l’inquinamento

Si chiama Clarity il dispositivo creato da un ex attivista di Greenpeace per monitorare la qualità dell’aria delle megalopoli cinesi raccogliendo dati ambientali. Obiettivo: mappare l’inquinamento in tutto il mondo (in crowdsourcing)

di Cristina Da Rold
Social Innovation

Syria Tracker, una piattaforma digitale per le crisi umanitarie

Siria Tracker è una piattaforma per mappare gli effetti della guerra civile siriana. Lo strumento usa il geomapping per una causa umanitaria rappresentando i dati sull’abuso dei diritti umani e sulla condizione della popolazione civile

di Arturo Di Corinto