George Hotz

Tecnologia

L’hacker che bucò Sony ed Apple lancia un kit open source che fa guidare (quasi) da sole le automobili

Negli Usa, l’azienda Neodriven di un ex impiegato della Tesla ha da poco presentato un kit (open source) per rendere semiautonome le auto tradizionali

di Valentino Megale
Automotive

L’hacker che ha costruito, da solo, un’automobile senza pilota (battendo Google e Tesla)

Anche questa storia d’innovazione nasce in un garage. Quello di George Hotz, diventato famoso a 17 anni per essere stato il primo ad hackerare un iPhone. Ora ci riprova: ha creato una “driveless car” in grado di sfidare Google e Tesla (scommettendo con Elon Musk). Qui la storia, emozionante, del suo primo viaggio con un giornalista di Bloomberg BusinessWeek.

di Alessandro Frau