mare

Lifestyle

Al mare con lo smartphone. Cinque app per migliorare le giornate in spiaggia

Prenotare l’ombrellone, controllare le condizioni atmosferiche della meta balneare, scegliere le spiagge migliori, ottenere tutti i comfort possibili durante la vacanza: una selezione di cinque idee tecnologiche per cercare di soddisfare le esigenze dei turisti

di Lara Martino
Economia Digitale

In Croazia Uber permette di prenotare un taxi del mare

Si può scegliere se spostarsi da una località all’altra del litorale croato o se affittare un’imbarcazione per un’intera giornata. Il servizio è possibile grazie alla nuova funziona Uberboat offerta dalla famosa applicazione dedicata al trasporto passeggeri

di Lara Martino
Lifestyle

Le suole adesive per camminare scalzi mandano in pensione le infradito da spiaggia

Una startup italiana ha realizzato Nakefit, un sistema per muoversi in libertà su sassi o scogli senza correre rischi e soprattutto senza essere obbligati a indossare scarpe o ciabatte. Il prodotto è in campagna di crowdfunding su Kickstarter

di Lara Martino
Green Tech

La strada ecologica in plastica riciclata, più resistente dell’asfalto. PlasticRoad

Una strada fatta di pannelli modulari in plastica riciclata: si chiama PlasticRoad ed era stata annunciata nel 2015 dall’azienda olandese VolkerWessels. Ora grazie al contributo di due colossi come Total e Wavin, la strada ecologica (ed economica) si appresta a diventare realtà

di Antonio Carnevale
Tecnologia

Il drone acquatico nato in Trentino che fotografa lo stato di salute dei mari

ArcheoROV è il primo drone acquatico low cost, comandato da remoto e totalmente made in Italy. Oltre a monitorare lo stato di salute delle acque, può anche studiare il comportamento degli animali marini e scattare fotografie nell’acqua, per ricerche sui fondali e documentari

di Antonio Carnevale
smart cities

Il progetto da 26 miliardi per costruire una città sommersa nell’oceano (in Giappone)

Gli architetti della Shimizo Corporation hanno pensato a un progetto per realizzare un insediamento umano in una sfera sommersa che sfrutta le risorse ancora inesplorate del mare

di Lara Martino
Ambiente

Come la tecnologia ripulisce gli oceani da plastica e metalli pesanti

Robot marini, ma anche bucce d’arance, costumi smart e persino le pecore. Per contrastare l’inquinamento dei nostri mari insomma, ognuno deve fare la sua parte. Ma la tecnologia ci viene in soccorso.

di Antonio Carnevale
Green Tech

La boa che ci dice se il mare è inquinato (creata da una startup romana)

A rilevare se le acque dei nostri mari sono pulite ci penserà WaterLab Sat System, un sistema che monitora tratti di costa marina tramite boe satellitari dotate di biosensori. In sole otto ore sono in grado di individuare l’eventuale presenza di batteri pericolosi per la salute.

di Antonio Carnevale
Green Tech

Boyan Slat dà il via ai test ufficiali. Ocean Cleanup è pronta a liberare gli oceani dalla plastica

«Quella zona registra tempeste più forti del Pacifico perciò se resiste qui, può resistere ovunque». Nel Mare del Nord sono iniziati i test di Ocean CleanUp, la tecnologia inventata da Boyan Slat per ripulire gli oceani dalla plastica.

di Alessandro Frau
Eventi

In Malesia i disabili fanno immersioni: «Perché in mare siamo tutti uguali, nessuno sta in piedi»

Il Marine Discover Day è un evento che permette ai disabili di superare ogni limite apparente. Grazie a insegnanti volontari e un periodo di preparazione, gli iscritti possono immergersi e vivere un’esperienza unica. E ci si può iscrivere da ogni parte del mondo.

di Redazione
Arte

Ballare sott’acqua con la sedia a rotelle (anche alle Olimpiadi). L’arte di Susan Austin

Susan Austin è sulla sedia a rotelle da quando aveva 16 anni ma con la sua arte ha riscritto la sua identità e quella delle persone che assistono alle sue performance. Nel 2012 si è esibita alle Olimpiadi e ogni giorno lotta per sostenere l’arte creata dalle persone con disabilità.

di Alessandro Frau
Robotica

Row-bot, il robot acquatico che si ricarica mangiando i rifiuti del mare

Si muove tramite piccoli remi e apre la sua “bocca” continuamente, ingerendo quello che incontra. Grazie a una pila a combustibile microbiologica, trasforma la materia organica in energia elettrica. Eliminando le sostanze inquinanti quindi, il piccolo robot ricarica le batterie per continuare la sua missione.

di Antonio Carnevale
Ambiente

Seabin, il cestino della spazzatura che ripulisce gli oceani (goccia a goccia)

Seabin cattura i piccoli detriti galleggianti, come gli imballaggi di olio, carburanti e detergenti. Può essere collocato nei pressi di pontili galleggianti, porti turistici, pontili privati, vie fluviali, laghi residenziali, corsi d’acqua e yacht club.

di Cristina Da Rold
Green Tech

WaveSpring, la boa che produrrà energia dal mare ispirandosi al nostro cuore

Grazie a un convertitore di fase, questa tecnologia (ancora in fase sperimentale) produrrebbe il triplo dell’energia rispetto ai sistemi tradizionali. I primi prototipi dovrebbero essere sul mercato per il 2020.

di Cristina Da Rold
Droni

Caddy, il drone sottomarino che aiuterà i sub a immergersi senza rischi

Lo sta progettando un team di scienziati europei. Servirà anche a studiare l’interazione uomo-macchina in ambiente acquatico. “Il sistema – spiega a The Next Tech il professor Salih Murat Egi – è progettato sia per chi si immerge per motivi professionali che a scopo ricreativo.“

di Federico Guerrini
Green Tech

SUNRISE: autostrade digitali, ma sott’acqua. Arriva l’Internet of Underwater Things

Dall’archeologia al monitoraggio ambientale, fino all’aiuto di persone in difficoltà. Ecco perché portare internet sott’acqua è una sfida importantissima. Capofila del progetto l’Università Sapienza di Roma ma una open call milionaria lo apre a tutti.

di Cristina Da Rold