immagine-preview

Ott 11, 2018

Guasto sul razzo russo Soyuz: gli astronauti dovranno atterrare in Kazakistan

A causa di un problema al motore, terminerà con un atterraggio d'emergenza la missione del russo Ovtchinine e dell'americano Hague

Si è già conclusa la missione del razzo russo Soyuz con a bordo l’americano Nick Hague e il russo Alexeï Ovtchinineun decollato alle 10:40 italiane (meno di un’ora fa) dalla base spaziale di Baïkonour, in Kazakistan e diretto verso la Stazione spaziale internazionale (Iss). Un problema ai motori ha infatti costretto i due piloti a procedere con il rientro sulla Terra, con un atterraggio di emergenza che verrà effettuato nelle prossime ore.

Cosa è successo a bordo del Soyuz?

I due piloti sono decollati alle 14.40 locali (le 10.40 in Italia) per una missione che sarebbe dovuta durare oltre sei mesi nella stazione orbitale. Subito dopo il lancio del Soyuz, si sono verificati problemi al booster tali da rendere necessario l’annullamento della spedizione ma non da mettere a rischio l’incolumità dei due passeggeri.

Al momento le notizie che giungono dal Kazakistan sono frammentarie. A riportare del guasto sul Soyuz è l’agenzia di stampa Ria Novosti, mentre la televisione Rossiya 24 rassicura sul buono stato di salute dei due astronauti a bordo: “Sono vivi e atterreranno in Kazakistan”. Secondo le fonti, il problema al motore è avvenuto «al 119esimo secondo di volo, quando si sono separati i blocchi laterali del primo stadio dal blocco centrale del secondo stadio della navicella». Sarà possibile assistere alle operazioni di rientro tramite lo streaming della Nasa.

Leggi anche: Luca Parmitano torna nello spazio: primo comandante italiano della ISS

Aggiornamento: È atterrata in Kazakistan la navicella spaziale Soyuz che era diretta verso la Stazione spaziale internazionale Iss. La comunicazione tra la Terra e il razzo durante l’atterraggio di emergenza e lungo tutta l’operazione di rientro per effettuare l’atterraggio di emergenza non si è mai interrotta. La capsula con all’interno i  due astronauti ha fatto ritorno sulla Terra con una “discesa balistica”, vale a dire impiegando la sola forza di gravità.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter