immagine-preview

Ott 28, 2018

Stampa 3D, realtà aumentata, laser a onde d’urto. La tecnologia per gli animali

Tra gli strumenti più avanzati per la cura e il benessere dei nostri amici animali c’è molto made in Italy

Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando ogni singolo aspetto della nostra vita. Il settore della cura e del benessere degli animali non è da meno e sta raggiungendo in breve tempo standard sempre più elevati grazie all’utilizzo di strumenti innovativi.

Ogni giorno i veterinari italiani si prendono cura degli oltre 60 milioni di animali domestici presenti nel nostro Paese, come riportato dall’ultimo rapporto Assalco-Zoomark. E, per farlo, utilizzano le più avveniristiche innovazioni hi-tech nella cura degli amici a quattro zampe. Tra le quali,  c’è molto made in Italy: dal laser alle onde d’urto, dalla realtà aumentata fino alla stampa 3d.

Dagli uomini agli animali

“Oggi gli animali sono dei veri e propri componenti delle famiglie e spesso è necessario ricorrere a cure veterinarie specialistiche sempre più sviluppate per rimetterli in salute –spiega Ennio Aloisini, CEO di Mectronic, azienda italiana leader nella progettazione e produzione di strumenti avanzati per la fisioterapia – per fare questo abbiamo applicato le più moderne tecnologie mutuate dai dispositivi per terapia fisica, sviluppandole specificatamente per gli animali da compagnia, equini e specie esotiche”

Stiamo parlando di tecar-terapia per animali (Doctor Tecar Vet) o laser con lunghezze d’onda ad hoc (iLux Light Vet) e onde d’urto (PulsWave Vet).

Del resto, il mercato che riguarda i nostri amici a quattro zampe è sempre più fiorente e diffuso: come riporta Eurispes, delle 3 famiglie italiane su 10 che accolgono un animale domestico – soprattutto cani (63,3%) e gatti (38,7%) – il 22% ha destinato una somma di denaro maggiore rispetto al passato alla cura dei propri animali domestici. Allo stesso tempo, aumenta la quota degli italiani che spende fino a 100 euro mensili per le loro esigenze, passando dal 15,4% del 2017 al 31,4% dell’ultima rilevazione.

Stampa 3D e realtà aumentata

I miglioramenti sono evidenti. La laser terapia cura i danni ai tendini e ai legamenti in maniera impensabile solo fino a pochi anni fa. Il dott. Ralf Pellmann, tedesco, lavora con un dispositivo laser di questo tipo per curare i problemi ortopedici dei cavalli: “Non appena ho applicato la terapia con il dispositivo laser ai primi cavalli, i miglioramenti sono iniziati immediatamente – ha spiegato – Abbiamo osservato in varie diagnosi che tendini, legamenti e muscoli dei cavalli che ho trattato sono guariti molto più velocemente rispetto ai tradizionali trattamenti”

Ma presto, potrà essere affiancata da ulteriori tecnologie. Presto, ad esempio, la stampa 3D in ambito veterinario diventerà realtà. Come riportato recentemente dal New York Times infatti, la dott.ssa Michelle Oblak, chirurgo e oncologo veterinario presso lo University of Guelph’s Ontario Veterinary College, ha salvato un bassotto di 9 anni sostituendo la parte del cranio affetto da tumore con uno nuovo stampato in 3D.

Ma non è tutto: secondo quanto riportato dal portale della American Veterinary Medical Association, anche realtà aumentata e virtuale consentiranno presto ai veterinari di tradurre i dati a disposizione in modelli 3D che verranno utilizzati per la formazione dei veterinari e per interventi chirurgici sempre più efficaci, come accade già da tempo nel mondo della medicina convenzionale.

@antcar83

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter