immagine-preview

Nov 5, 2018

Usound, la startup austriaca che produce gli auricolari più piccoli al mondo

L'azienda è stata fondata da Ferruccio Bottoni e Andrea Rusconi Clerici. Lavora soltanto sul B2B ed esporta in tutto il mondo. L'intervista ad Andrea Dama, responsabile dei rapporti internazionali dell'azienda

La tecnologia degli speaker parla a un pubblico mondiale. Dagli smartphone che trasmettono le nostre voci, agli auricolari che ci immergono nella musica e nel mondo gaming, fino agli altoparlanti intelligenti su cui giganti come Amazon e Google stanno investendo. USound è la startup austriaca, ma fondata dagli italiani Ferruccio Bottoni e Andrea Rusconi Clerici nel 2014, che si propone di innovare il settore semplificandolo. Come? Grazie a speaker ultrasottili (1mm di spessore) e in grado di trasmettere il suono senza utilizzare un campo elettromagnetico.

Cosa fa Usound

USound vende soltanto B2B, esportando i propri speaker soprattutto negli Stati Uniti e in Asia. «Grazie alla tecnologia Mems la nostra azienda ha sviluppato i più piccoli speaker al mondo per auricolari», come ha spiegato a StartupItalia! Andrea Dama, che per USound si occupa di relazioni internazionali con le aziende. «È un mercato complesso: vendiamo sia speaker che auricolari come reference design – ha aggiunto – La famiglia Ganymede offre soluzione “in-ear” e “over-the-ear”. Quest’ultimo modello è rivolto soprattutto al mondo gaming grazie al 3D audio».

Innovazione speaker

La tecnologia alla sua base esiste da più di cento anni e ruota attorno alla elettromeccanica. In poche parole, l’energia elettrica muove un magnete che, vibrando, sposta l’aria riproducendo un determinato suono a seconda delle frequenze. Serve dunque convertire la corrente in cinetica per ascoltare la nostra canzone preferita. «Grazie agli speaker di USound e alla loro tecnologia Mems, l’energia elettrica muove la membrana senza aver bisogno del magnete e della bobina». Del progetto Andrea Dama ha spiegato soprattutto l’importanza della ricerca e della protezione intellettuale che questi prodotti richiedono.

Leggi anche: Alienware Room: ora c’è anche l’hotel per i videogiocatori

«In meno di tre anni – ha spiegato Dama – abbiamo oltre 15 milioni di euro tra equity e public. Ricerca e sviluppo di ingegneria acustica sono svolti in Austria e Germania e coinvolgono istituti ed aziende partner di caratura internazionale». L’espansione di USound sul mercato guarda ora agli speaker per smartphone e da ultimo agli smart speaker, un’arena tech in espansione secondo le cifre di Strategy Analytics che raccontano di quasi 12 milioni di device venduti in tutto il mondo soltanto nel secondo trimestre 2018.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter