immagine-preview

Dic 7, 2018

In arrivo Bose Frames gli occhiali con realtà audio aumentata

Bose lancia Frames, gli occhiali da sole con realtà aumentata che ti consentono di ascoltare la musica, fare telefonate e chiedere aiuto agli assistenti virtuali, il tutto proteggendo gli occhi dal sole con stile e leggerezza

Bose fa ufficialmente il proprio ingresso nel mercato dei prodotti dedicati alla realtà aumentata, con un dispositivo indossabile che implementa – per la prima volta – una componente sonora: Frames è il nome degli occhiali da sole che il brand porterà sul mercato a gennaio 2019, con due piccoli altoparlanti integrati nella montatura.

 

“Pratici e rivoluzionari” – presentati in anteprima a marzo al festival SXSW – sono a tutti gli effetti delle cuffie wireless: non sono in-ear, ma sfruttano la diffusione del suono attraverso un dispositivo acustico integrato nelle stanghette degli occhiali, invisibile e discreto alla vista e capace di direzionare il flusso audio verso di noi.

 

 

Bose Frames: sfruttano l’udito al posto della vista

Con la realizzazione di Frames, Bose vuole rivoluzionare il classico schema sfruttando l’udito al posto della vista. Gli occhiali realizzati dalla compagnia statunitense combinano i dati ottenuti dal GPS, tramite la connessione con lo smartphone, e quelli ricavati da sensori di movimento all’interno del dispositivo, che in questo modo è capace di localizzare esattamente la posizione di una persona e fornire informazioni rispetto all’oggetto verso cui si dirige lo sguardo. Inoltre, un microfono permette al device di rispondere anche a comandi vocali.

 

Due modelli: Alto e Rondo

Due i modelli proposti: Alto (grandi) e Rondo (più piccoli), ognuno caratterizzato dal proprio stile con un peso di 45 grammi.. Le componenti sono progettate e posizionate in modo da indirizzare il segnale audio solo ed esclusivamente verso chi li indossa, rendendosi quasi del tutto silenziosi per gli altri. Una sorta di alternativa alle tradizionali cuffie e agli auricolari, dunque, che non impedisce di ascoltare i suoni e i rumori che arrivano dall’ambiente circostante. Nulla è stato lasciato al caso nemmeno per quanto riguarda il design, con cerniere realizzate in metallo, dettagli in nylon e lenti sottoposte a un trattamento antigraffio.

Bose garantisce fino a 3,5 ore di riproduzione musicale e 12 ore di stand-by, con tempi di ricarica inferiori a 2 ore.

La piattaforma Bose Audio AR

 

Bose Frames si basano sulla piattaforma Bose Audio AR che, attraverso il sensore a 9 assi che rileva il movimento della testa e il GPS dal dispositivo iOS o Android collegato, aggiunge automaticamente uno strato audio, collegando quel determinato luogo e momento a infinite possibilità di viaggio, apprendimento, intrattenimento, giochi e tanto altro.

In poche parole vengono incrociati i dati dei sensori e del GPS del telefono per rilevare il luogo in cui è l’utente che indossa gli occhiali. Il sensore a 9 assi è in grado di determinare in quale direzione l’utente stesso si stia muovendo e dove stia guardando, in modo tale che questi possa ricevere informazioni audio ad hoc.

 

La commercializzazione dei Bose Frames è prevista a partire dal mese di gennaio 2019 negli Stati Uniti, ma è già possibile pre-ordinare i Frames sul sito al prezzo di 199,95 dollari fissato per il lancio.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter