immagine-preview

Feb 21, 2019

MWC19: tutto quello che non potete perdervi al Mobile World Congress

Gli appuntamenti già fissati dai marchi del mobile: si parte con Oppo e si continua fino al 28 febbraio. Il nostro racconto, dal MWC e da 4YFN, in diretta da Barcellona

Tutto il mondo della tecnologia si riunisce, una volta all’anno, a Barcellona: in Spagna va in scena il Mobile World Congress, di solito subito dopo che le vacanze per il capodanno cinese si sono concluse, ed è l’occasione per fare il punto con le novità che nei successivi 12 mesi cambieranno le nostre abitudini. Quest’anno, c’è da scommetterci, si parlerà praticamente solo di 5G: il lancio è imminente, anche se qui in Italia riusciremo probabilmente ad andare oltre le sperimentazioni solo il prossimo anno. Ma cos’altro succederà in quel della capitale della Catalogna a partire da sabato?

Tutti gli appuntamenti aspettando MWC19

Ormai è prassi arrivare a Barcellona con qualche giorno d’anticipo: non per godersi la città, sempre piacevole, ma perché i vari marchi iniziano sempre prima a tenere le proprie conferenze stampa per il lancio delle novità che hanno portato in Spagna. Così quest’anno probabilmente la palma di prima arrivata spetta ad Oppo, che terrà la sua conferenza di lancio addirittura sabato 23 alle 14. Si potrà seguire in diretta su Facebook sulla pagina ufficiale di Oppo, e ci saranno annunci (lo sappiamo già) su una nuova tecnologia 10x per lo zoom ottico su smartphone: vedremo se Barcellona sarà anche l’occasione per far vedere all’opera questa tecnologia all’interno di un telefono.

Con domenica 24 si entra nel vivo. Alle 10:30 parte Xiaomi, che deve mostrare al pubblico europeo il suo nuovo Mi9 (e il Mi9SE: più compatto, una versione low-cost dell’ammiraglia). Possibile che ci siano annunci anche per quanto riguarda display flessibili e 5G, ma sembra più concreto scommettere su un focus sul flagship di casa.

 

Alle 14 è il turno di Huawei: il marchio cinese deve rispondere colpo su colpo a Samsung, e pare pronta a farlo con il suo smartphone con display pieghevole e ovviamente i primi prototipi con connettività 5G. A Barcellona dovrebbero debuttare anche nuovi tablet e PC della linea MateBook, un comparto in cui Huawei sta ritagliandosi gradualmente una certa credibilità. La conferenza di Huawei si potrà seguire in streaming, qui sulle pagine di StartupItalia, e sarà solo l’antipasto di un mese davvero molto pieno per l’azienda di Shenzen: il 26 marzo è atteso il P30, e la campagna teaser è già in pieno svolgimento sui social con l’hashtag #riscrivileregole.

Subito dopo, alle 16, tocca a Nokia (o meglio: tocca ad HMD, l’azienda che produce gli smartphone col marchio finlandese sulla scocca). E qui la cosa si fa divertente: perché dovremmo assistere al debutto del nuovo Nokia 9 PureView con la bellezza di cinque-dico-cinque fotocamere posteriori (e due flash). Forse la questione ci sta un po’ sfuggendo di mano a questo punto: anche perché, come dimostra il Pixel di Google, non conta quante fotocamere hai ma come le usi. A ogni modo il marchio PureView ha fatto grandi cose in passato per la fotografia su smartphone: oltre a quello ci saranno anche altri device di fascia media (Nokia 4.2, Nokia 6.2 e probabilmente anche un Nokia 1 Plus).

 

In serata alle 19:30, infine, è il turno di LG. E il marchio coreano è un po’ un rebus. Nel senso che ha prima provato ad abbassare le aspettative, e poi ha fatto “all-in”: quindi non un’ammiraglia soltanto, ma ben due ammiraglie faranno il loro debutto a Barcellona. Il V50 sarà il primo 5G di casa, destinato però ai mercati dove la nuova connettività è già attiva: di fatto solo in Nordamerica e Corea. Più succoso l’annuncio del G8, che se commercializzato in tempi rapidi potrebbe per una volta arrivare assieme a tutti i suoi concorrenti diretti: i dettagli li scopriremo a Barcellona, ma le premesse sono intriganti.

Finalmente in fiera

Il 25 febbraio parte, davvero, Mobile World Congress 2019: e in contemporanea torna anche 4YFN, la rassegna dedicata alle startup che vi racconteremo da Barcellona per il secondo anno consecutivo. 4YFN è una vera e propria fiera nella fiera, dove decine e decine di startup di tutto il mondo si incontrano nei padiglioni del vecchio complesso fieristico di Plaza de Espanya: tra pitch, conferenze e incontri con gli investitori, è un’occasione preziosa per conoscere e farsi conoscere nel mondo mobile. Le startup iscritte, poi, hanno anche l’opportunità di visitare il MWC in uno dei giorni di durata della fiera principale.

Nel nuovo complesso della Fira Gran Via, la prima mattina si parte prestissimo alle 8:30 con i nuovi annunci di Sony: atteso l’XZ4, ammiraglia di casa, probabilmente assieme a un altro paio di terminali di fascia media (come oramai da tradizione) che costituiranno lo zoccolo duro della sua offerta per questo 2019. Tra le caratteristiche più interessanti dell’XZ4 dovrebbe esserci lo schermo OLED, con il formato allungato 21:9 e piena compatibilità con i protocolli HDR per la visione dei contenuti multimediali: e poi una tripla fotocamera posteriore, come su praticamente tutti gli altri flagship in uscita o già in circolazione.

 

Altri annunci attesi: Wiko dalla sua ha in serbo nuovi terminali, soprattutto con i colori giusti per affrontare la prossima stagione primavera/estate, e poi senz’altro anche Alcatel avrà delle novità che vuole portare in fiera. Infine Seat, con quest’ultima che presenterà un nuovo veicolo destinato alla micro-mobilità urbana e che farà scouting in modo molto attivo a 4YFN. E ancora Qualcomm deve mostrare al pubblico e agli addetti ai lavori i chip che equipaggeranno gli smartphone protagonisti dello sbarco del 5G previsto per il 2020.

Il MWC19 proseguirà fino a giovedì 28 febbraio: vi porteremo con noi in fiera per mostrarvi i padiglioni e gli stand più interessanti, vi racconteremo le novità e le curiosità dei grandi marchi, delle startup e delle aziende emergenti!

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter