Ugo è il nuovo robot domestico che ci sistema il bucato | The Next Tech immagine-preview

Mar 5, 2019

Ugo è il nuovo robot domestico che ci sistema il bucato

La startup giapponese Mira Robotics lo ha realizzato per stendere e ripiegare i panni lavati. Il proprietario di casa può controllarlo tramite un’app per smartphone.

Fare le faccende di casa, magari dopo una giornata di lavoro, è sempre un’impresa. Ben diverso però se pensarci al nostro posto è un robot. Lui si chiama Ugo ed è il nuovo robot domestico sviluppato dalla startup giapponese Mira Robotics per stendere e ripiegare i panni lavati.

Un perfetto aiutante di casa, controllato tramite un’app per smartphone, che promette di diventare sempre più bravo e di aiutarci a risparmiare tempo prezioso e limitare lo stress quotidiano.

Un assistente (non ancora) perfetto

Ugo è dotato di un torso allungabile (capace di estendersi fino a 180 centimetri) su cui sono montate la testa e le braccia. Qui sta uno dei suoi maggiori punti di forza: le mani infatti sono in realtà delle pinze grazie alle quali è in grado di sollevare oggetti che pesano fino a un chilo e mezzo.

L’automa integra anche tre telecamere, un microfono, un altoparlante, connettività Lte, Wi-Fi e un’app dedicata. Ugo è un prototipo e risulta ancora un po’ lento e goffo quando è alle prese con ceste piene di calzini, camicie e asciugamani.

Per ora, dunque, viene telecomandato da un operatore umano che lo aiuta nelle operazioni manuali di maggiore precisione. Gli sviluppatori stanno lavorando per renderlo autonomo e completamente efficiente in breve tempo, anche se non potrà mai sfuggire al controllo dell’uomo. Il proprietario di casa infatti, potrà controllarne l’operato tramite l’app dedicata e anche programmare i suoi compiti giornalieri o attivarlo da remoto.

In vendita entro il 2020

Nel giro di un paio di anni Ugo promette di liberarci definitivamente dal gravoso compito del bucato. L’obiettivo dei suoi ideatori è perfezionarlo e immetterlo sul mercato entro il 2020.

Intanto c’è da risolvere ancora anche il nodo legato alla riservatezza. Ugo infatti è dotato di “occhi” e “orecchie” ed è comandato a distanza da un operatore umano che lo aiuta nelle operazioni che richiedono più manualità e precisione. L’azienda Mira Robotics però assicura che la privacy familiare è al sicuro perché le tecnologie integrate sono in funzione solamente durante l’operato del robot. Non appena terminati i lavori domestici, Ugo si disconnette totalmente.

Ne sapremo di più nei prossimi mesi. Una cosa però sembra certa: per poter beneficiare dei servizi offerti da Ugo, ci vorranno almeno tra i 180 e i 225 dollari al mese. Meglio risparmiare facendo uno sforzo in più oppure spendere questi soldi per guadagnare ore di sicuro relax? Avete ancora un po’ di tempo per fare bene i vostri conti.

@antcar83

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter