Parte il supertreno giapponese, toccherà i 400 km/h immagine-preview

Mag 14, 2019

Parte il supertreno giapponese, toccherà i 400 km/h

Al via i test per il convoglio ultraveloce che circolerà sui tradizionali binari dell'alta velocità: non sarà il più rapido del mondo

Si chiama Alfa-X ed è il nuovo treno superveloce giapponese. Il bullet train di prossima generazione, prodotto da Kawasaki Heavy Industries e Hitachi, ha iniziato i propri test lo scorso venerdì e potrà raggiungere una velocità massima di 400 km/h. Anche se, quando trasporterà i passeggeri, si limiterà a 360 km/h, comunque una sessantina in più della soglia massima dei nostri treni ad alta velocità (ma il Frecciarossa 1000 avrebbe una velocità potenziale di 400 km/h, limitata a 300 sulla rete nostrana) e 40 oltre lo standard attuale in Giappone. Treni simili, per esempio il Tgv francese, l’Ice 3 tedesco, gli E5 ed E6 sempre a Tokyo e dintorni, non si sono infatti mai spinti oltre i 320 km/h. La prima fase si concluderà nel 2022.

Leggi anche: Primo via a Hyperloop: i treni da 1200 km/h sono economicamente sostenibili

Prime corse commerciali nel 2030

L’esordio è atteso per il 2030 (addirittura le prime offerte commerciali nella primavera seguente), dunque la sperimentazione sarà molto lunga, almeno una decina di anni. Le prime corse si stanno tenendo in orario notturno fra le stazioni di Shin-Aomori e Sendai, nella regione di Tohoku, nel Nord del Paese. Il primo convoglio è stato presentato ai media dalla compagnia nipponica East Japan Railway Co ed è composto da una decina di vagoni. L’elevata velocità può essere toccata anche e soprattutto grazie a una sezione allungata all’estremità, che misura al momento 22 metri ma sarà portata a 16: garantisce meno attrito e pressione, oltre che la riduzione del rumore all’interno e all’esterno, in particolare all’ingresso nelle gallerie.

Non sarà il più veloce del mondo

Il “treno proiettile”, che sarà dotato sia di freni ad aria montati sul tetto che di placche magnetiche, correrà sulle tradizionali rotaie per le tratte ad alta velocità Shinkansen, dunque non si tratta di un convoglio a levitazione magnetica come il Maglev che nel 2015 arrivò alla stratosferica soglia di 603 km/h. Velocissimo anche l’omologo cinese, che ha toccato i 431 km/h. E proprio una nuova tratta Maglev aprirà nel 2027 fra Tokyo e Nagoya: potrà spingersi oltre i 500 km/h. Il nuovo treno AV integra fra l’altro una serie di soluzioni tecnologiche pensate per minimizzare gli effetti di eventuali terremoti che dovessero scatenarsi durante la corsa.

Gli aggiornamenti per le Olimpiadi

Non basta. In tempo per i giochi olimpici del prossimo anno le ferrovie giapponesi lanceranno una versione “Supreme” dei già rapidissimi treni Shinkansen: velocità uguale a quella attuale ma allestimento e tecnologie più efficienti, con convoglio più leggeri e più servizi per i passeggeri.

Leggi anche: Mobilità green, Pechino investe 125 miliardi di dollari nelle ferrovie

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter