Oppo Reno 5G anche in Italia, su rete TIM | The Next Tech immagine-preview

Lug 19, 2019

Oppo Reno 5G anche in Italia, su rete TIM

Il top di gamma dei cinesi conta su un display da 6,6 pollici, triplo obiettivo posteriore e camera frontale a scomparsa. La batteria promette bene ma tutto passa dalla connettività 5G. Prezzo in linea con la concorrenza

Dopo il battesimo europeo in Svizzera e in Inghilterra, Oppo lancia il Reno 5G anche in Italia con una presentazione romana: annunciando la disponibilità del top di gamma entro la fine di luglio, disponibile in esclusiva con Tim.

Quinto produttore mondiale di smartphone, il brand cinese approdato da poco più di un anno in Europa ha alle spalle grandi numeri come sottolineato da Enrico Pappolla, Deputy General Manager di Oppo Italia: “Abbiamo 250 milioni di utenti nel mondo, siamo operativi in 40 paesi e per continuare a realizzare dispositivi belli e innovativi puntiamo molto sul 5G”. Per riuscire nell’intento, il gruppo controllato da BBK Eletronics ha programmato investimenti per 1,5 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo, focalizzandosi in particolari su settori cruciali per il presente e futuro dell’industria mobile (e non solo): intelligenza artificiale, cloud computing, imaging e design.

Uno smartphone di alto profilo

Il modello di punta con il quale si mira a fare proseliti in Europa ha poco da invidiare ai competitor della fascia alta di mercato e l’idea matura già a prima vista poiché, abolito il notch, lo smartphone si presenta con un rapporto tra schermo e cornice del 93,1%. Un display Full View nel senso letterale del termine, che conta su un pannello OLED da 6,6 pollici (risoluzione 2.340×1.080 e formato 19,5:9), in cui spicca la fotocamera frontale a scomparsa (niente fori quindi) che porta in dote un sensore da 16 megapixel, con apertura f/2.0 e la modalità ritratto rinnovata per ottimizzare la resa dei selfie.

L’obiettivo fuoriesce verso l’alto ogni volta che si apre l’app fotocamera e per il riconoscimento facciale mentre, sfruttando l’accelerometro, la camera scompare in meno di un secondo quando il telefono inizia il movimento di caduta verso il basso. Sono funzioni già viste su OnePlus 7 Pro e non a caso: perché le due aziende hanno convissuto a lungo (con anche Vivo) sotto l’egida di BBK Electronics, società nata nel 1995 a Dongguan dalla quale OnePlus si è svincolata solo recentemente.

Restando al comparto fotografico, sul posteriore troviamo un sensore principale Sony IMX586 da 48 megapixel, con apertura f/1.7, accompagnato da un teleobiettivo da 13 MP e un obiettivo grandangolare da 8 MP. Per massimizzare le varie peculiarità, soprattutto lo zoom ibrido 10x, e assicurare un’alta qualità dello scatto, le tre fotocamere lavorano insieme e un aiuto concreto per il risultato finale arriva anche dallo stabilizzatore ottico dual per l’ottica principale. Lato video, il Reno 5G registra in 4K a 60fps, mentre per risaltare le foto notturne si affida alla funzione Ultra Night Mode 2.0 che, grazie alla funzione di riconoscimento del volto, distingue in automatico il volto umano dallo sfondo, intervenendo sul colore della pelle per rendere più intrigante l’immagine da mostrare agli amici o sui social network.

La partnership con TIM

Il tratto distintivo del telefono è però la connettività 5G, che da noi poggia le basi sulla collaborazione con TIM. “Il passaggio alle reti 5G non è solo questione di cifre a rappresentare una successione di tecnologie, perché d’ora in poi si potranno gestire volumi molto più grandi di informazioni e fare cose altrimenti impossibili”, spiega Leopoldo Tranquilli, Responsabile Devices e Marketing Consumer di TIM. “Grazie alla bassa latenza, compresa tra 1-4 ms e alla velocità che rispetto al 4G sale da 2 GB/s fino a 20 GB/s, c’è ora la sicurezza di garantire servizi a tutti i clienti (termine volutamente preferito al più generico utenti, nda) in ogni contesto, inclusi quelli più affollati”.

Come evidenziato più volte da Pappolla, l’azione di Oppo si intreccia strettamente con i tanti partner allineati per cogliere le opportunità di mercato aperte dalle reti 5G. Oltre a TIM ed Ericsson c’è Qualcomm, la cui alleanza con il marchio cinese passa dallo Snapdragon 855, il chip a bordo di Reno 5G chiamato a supportare gli sforzi cui sarà sottoposto lo smartphone. A dar manforte c’è la batteria da 4.065 mAh, che si ricarica con il sistema Vooc flash 3.0, la RAM da 8 GB e i 256 GB di memoria interna.

Prezzo

Disponibile dalla fine del mese, Oppo Reno 5G arriverà nelle colorazioni Ocean Green e Jet Black e sarà in vendita a 899,90 euro. Chi sta pensando di abbracciare la rete mobile di TIM, inoltre, potrà scegliere tra due offerte dopo l’anticipo di 199 euro: Tim Advance 5G (con 50 Giga e minuti illimitati) e Tim Advance 5G Top (100 Giga, minuti illimitati e roaming).

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter