Apple sorpasserà Huawei entro fine anno? Forse sì, grazie al ban di Trump
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 11 ottobre 2019 alle 7:00

Apple sorpasserà Huawei entro fine anno? Forse sì, anche grazie al ban di Trump

Più smartphone da Cupertino che da Shenzhen: conseguenza della guerra commerciale con Pechino. Il Black Friday sarà la prova del nove: in attesa di novità per il bando e le licenze Google per Huawei

Apple supererà Huawei nelle vendite degli smartphone anche “grazie” alla guerra dei dazi tra Cina e Stati Uniti. A suggerirlo sono le previsioni del sito Digitimes, citato dall’Ansa, dove si legge che la scelta di Trump di scontrarsi con Pechino potrebbe favorire la multinazionale di Cupertino che poche settimane fa ha lanciato i nuovi modelli di iPhone 11. Se sorpasso dovesse essere, Apple si riprenderebbe il secondo posto nella classifica degli smartphone più venduti al mondo: dopo che, nel 2018, l’azienda cinese di Shenzhen aveva scalzato la rivale della mela morsicata dal secondo gradino del podio.

Tutto grazie a Donald?

In questa sfida tra giganti della tecnologia, come vi abbiamo già raccontato, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha avuto la sua parte in commedia. A maggio si era esposto in prima persona per criticare Huawei, gettando nel panico tutti i possessori degli smartphone cinesi preoccupati di dover migrare su altri dispositivi. “Huawei è davvero pericolosa – aveva dichiarato Trump – Pensate a quanto hanno fatto in materia di sicurezza, da un punto di vista militare”.

Leggi anche: Huawei Mate 30, nonostante tutto

Per questo la Casa Bianca aveva scelto di inserire l’azienda cinese in una lista nera, in gergo “entity list”, nella quale compaiono tutte le imprese con cui le aziende che hanno sede centrale negli Stati Uniti, o persino una filiale minore, possono o non possono fare affari. Una tempesta in un bicchiere d’acqua?

Leggi anche: Huawei ha bisogno di un alleato per battere Trump

Apple, aspetta il Black Friday…

Finora Huawei ha comunque retto nelle vendite e nella sfida con la rivale Apple, anche se le previsioni parlano appunto di un nuovo sorpasso grazie al successo dell’iPhone 11: il gioiellino disegnato in California ma prodotto, come i suoi predecessori, in Cina. Al di là delle conseguenze della guerra dei dazi sull’economia, l’ultimo arrivato in casa Apple sta andando davvero bene sul mercato mondiale: proprio nell’ultimo trimestre del 2019, la multinazionale californiana potrebbe aumentare le spedizioni a 70 milioni di unità. A questo punto non resta che aspettare il 29 novembre, per capire se il Black Friday riserverà o meno sorprese al mercato.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter