Da Toshiba una macchina che promette di rilevare tumori da una goccia di sangue | The Next Tech
#SIOS19 12691 Biglietti
Registrati

Ultimo aggiornamento il 29 novembre 2019 alle 10:03

Da Toshiba una macchina che promette di rilevare tumori da una goccia di sangue

Rilevare tumori gastrici, esofagei, polmonari, epatici, delle vie biliari, pancreatici, intestinali, ovarici, prostatici, della vescica e della mammella, per il sarcoma e per il glioma. Toshiba crea un dispositivo capace di rilevare in due ore e con una sola goccia di sangue, ben 13 tipi di cancro. Costo 170 euro

La Toshiba ha appena dichiarato al Japan Times di aver sviluppato una tecnologia per rilevare 13 tipi di cancro da una singola goccia di sangue con una precisione del 99%. Il metodo diagnostico rivoluzionario, sviluppato in collaborazione con il National Cancer Center Research Institute e la Tokyo Medical University, inizia a rilevare tumori nella prima fase di sperimentazione nel 2020.

Una rivoluzione nella diagnosi precoce

Diagnosticare 13 tipi diversi di tumori in un paio d’ore e con una goccia di sangue. E’ questo che promette il nuovo dispositivo messo appunto da Toshiba. Una rivoluzione nella diagnosi precoce.

Dai tumori gastrici a quelli esofagei, da quelli polmonari a quelli dell’ovaio o della mammella: tutti potrebbero essere diagnosticati in meno di due ore. La società giapponese Toshiba ha infatti sviluppato una tecnologia in grado di rilevare attraverso una singola goccia di sangue fino a 13 tipi di cancro sin dalla loro fase iniziale, con un’efficacia del 99%.

 

Nella sua strategia aziendale quinquennale, una pianificazione partita da aprile 2019, Toshiba posiziona le attività mediche tra i pilastri della crescita. Da un punto di vista tecnico la tecnologia realizzata esamina i tipi e la concentrazione di molecole di acido ribonucleico (microRNA) presenti nel sangue dalle cellule tumorali. In questo modo dovrebbe essere possibile avere una diagnosi precoce e aggredire la malattia già nelle fasi iniziali. Già altre aziende hanno sviluppato tecniche di analisi simili come la Toray Industries Inc.

Accuratezza, tempi e costi

A fare la differenza, promette Toshiba, saranno tre aspetti quali accuratezza, tempi e costi. “Rispetto ai metodi di altre aziende, abbiamo un vantaggio nel grado di accuratezza nella rilevazione del cancro, nel tempo richiesto per la rilevazione e nel costo”, ha dichiarato Koji Hashimoto, responsabile team di ricerca presso il Frontier Research Laboratory di Toshiba.

Toshiba ha realizzato un chip e un piccolo dispositivo in grado di eseguire la diagnosi in modo rapido e poco invasivo. L’analisi che dovrà effettuare il paziente (al costo indicativo di circa 170 euro, l’equivalente di 20.000 yen) consiste nel prelevare dal polpastrello una goccia di sangue, in maniera analoga a quello che oggi già molte persone fanno in autonomia per monitorare la glicemia. Grazie alla goccia di sangue prelevato la macchina sarà in grado, dopo circa due ore, di consegnare un referto con accuratezza 99%.

“Il metodo diagnostico potrebbe essere usato per promuovere il trattamento dei tumori sin dalle prime fasi,” si legge nel comunicato stampa dell’azienda.

La prima fase di sperimentazione comincerà nel 2020. Dopo i primi test, si spera possa essere pronto alla commercializzazione in un paio di anni.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter