Il fratello di Pablo Escobar ha messo sul mercato il suo smartphone pieghevole | The Next Tech
single.php

Ultimo aggiornamento il 7 gennaio 2020 alle 9:57

Il fratello di Pablo Escobar ha messo sul mercato il suo smartphone pieghevole

Lo smartphone è attualmente in vendita sul sito ufficiale dell’azienda. Ammesso che sia tutto vero

A quanto pare, è stato da poco lanciato sul mercato uno smartphone pieghevole dalle qualità sorprendenti.

Fin qui niente di strano.

Se non fosse che a produrlo è la Escobar Inc, società di proprietà di Roberto Escobar, fratello del più noto narcotrafficante della storia, Pablo Escobar. Riguardo all’Escobar Fold 1 – questo il nome del dispositivo – al momento non si sa molto. Per farvi un’idea di cosa stiamo parlando però, ecco uno degli spot con il quale viene pubblicizzato il prodotto.

Un debutto avvolto dal mistero

Un video in pieno stile “Narcos”, la famosa serie tv di Netflix sulle vicende del cartello colombiano: ragazze seminude che mostrano questo telefono dorato con fare ammiccante, tra pistole e lusso sfrenato. Sembra uno scherzo, invece è tutto vero.

O almeno, così assicura lo stesso Escobar a Digital Trends: “Ho eliminato il passaggio tra intermediari e venditori, in questo modo posso vendere direttamente al consumatore, che può ottenere uno smartphone pieghevole senza spendere migliaia di dollari”.

Il prezzo sorprendentemente basso rispetto ai concorrenti come il Galaxy Fold e il Motorola Razr è, in effetti, uno dei suoi punti di forza. Lo smartphone è attualmente in vendita sul sito ufficiale dell’azienda al prezzo di 349 dollari (per la versione da 128 Gb di memoria) o 499 dollari (512 Gb).

Il torbido passato di Escobar, però, al momento non dà certezze. Roberto Escobar Gaviria è stato co-fondatore e contabile del cartello di Medellin, è stato più volte in carcere (dal quale è anche evaso una volta). La Escobar Inc nasce negli anni Ottanta per riciclare i soldi della droga ed è stata poi rilanciata nel 2014 per esplorare il mondo della tecnologia.

Tecnologia avanzata a basso costo

Nel corso della sua breve storia, l’azienda colombiana ha chiesto soldi prima a Netflix per violazione della proprietà intellettuale e dopo ad Elon Musk, accusandolo di aver rubato allo stesso Escobar l’idea del lanciafiamme di The Boring Company. Infine, ha tentato di lanciare una propria criptomoneta. Non proprio con dei risultati esaltanti.

Certo, a leggere le caratteristiche tecniche, l’Escobar Fold 1 non sembra affatto male. Il processore è uno Snapdragon 855 a 2.8Ghz, sistema operativo Android 9.0 e doppia fotocamera (20+16 megapixel). Lo schermo è un Amoled FHD+ flessibile da 7,8” che si può piegare completamente, trasformando il tablet in uno smartphone. Per raggiungere questo obiettivo, Escobar ha stretto un accordo con i cinesi di Royole, dai quali ha ottenuto una versione su misura del loro Flexpai (non certo un successo).

Che sia vero o meno, al momento dalla Escobar Inc. annunciano una produzione iniziale di 100mila dispositivi. L’azienda garantisce che il suo device funzionerà con le schede sim e le reti di tutto il mondo e garantisce la perfetta funzionalità del meccanismo pieghevole per un massimo di 200mila chiusure.

@antcar83

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche