CES2020 | Lenovo e il laptop del futuro: flessibile, 5G e con doppio schermo | The Next Tech

Ultimo aggiornamento il 7 gennaio 2020 alle 18:35

CES2020 | Lenovo e il laptop del futuro: flessibile, 5G e con doppio schermo

La cinese spinge forte sull'innovazione del formato classico schermo+tastiera. Per garantirsi il primato nel settore dei notebook

Las Vegas è il palco scelto da Lenovo per quelli che probabilmente saranno i suoi più importanti annunci dell’anno nel comparto laptop: ci sono novità interessanti per periferiche e gaming, ma le vere novità assolute si registrano nel settore dei computer portatili per la grande massa. Con formati inediti che sfruttano la tecnologia dei display flessibili, forme tradizionali che si arricchiscono di schermi e-ink, connettività 5G che punta a rendere sempre più mobile l’esperienza d’uso. Sui visitatori del CES l’azienda cinese ha rovesciato un valanga di novità: tutte improntate a quell’attenzione per il design e la tecnologia all’avanguardia che ormai da qualche anno caratterizza i prodotti Lenovo.

ThinkPad X1 Fold, il laptop flessibile

Non si tratta di un’anteprima assoluta, il ThinkPad pieghevole era stato già anticipato lo scorso anno, ma ora fa il suo debutto ufficiale: si chiamerà X1 Fold e dispone di un enorme display da 13 pollici OLED flessibile in formato 4:3 che può essere utilizzato in molti modi diversi. Ad esempio si può tenerlo spalancato per guardare un video a piena risoluzione, tenerlo flesso appena un po’ sul mezzo per metterlo in piedi sul tavolo e dividere a metà la superficie utile tra una videocall e una presentazione, o ancora piegarlo come fosse un comune laptop e prendere appunti con uno stilo su metà schermo mentre sull’altra metà si fa altro.

Naturalmente uno schermo da solo non offre lo stesso tipo di flessibilità di una tastiera e un mouse: da questo punto di vista l’X1 Fold non si fa mancare nulla, visto che ha a sua disposizione una apposita tastiera esterna (eventualmente anche sovrapponibile a metà tablet per fargli assumere un aspetto “tradizionale”) e tutte le porte di espansione e tecnologie necessarie per aggiungere schermi esterni, mouse, connettersi al WiFi o eventualmente anche al 5G se si opta per una versione equipaggiata in tal senso.

Il nuovo X1 Fold pesa meno di 1kg ed è realizzato in una lega particolare che comprende anche la fibra di carbonio: è pensato per essere uno strumento di lavoro per chi viaggia, di conseguenza è stato sottoposto anche allo stesso tipo di test e verifiche tipiche della serie ThinkPad. Per lo schermo è stata anche avviata una collaborazione con LG, che produce il display, così da ottenere un prodotto durevole nel tempo e solido nella vita di tutti i giorni. L’uscita del nuovo pieghevole è prevista entro la metà del 2020, e il prezzo annunciato parte da 2.499 dollari.

Il ThinkBook Plus è double-face

La linea ThinkBook lanciata lo scorso anno si rivolge a una categoria nuova di utenti: si tratta di coloro i quali al proprio laptop chiedono un aspetto gradevole, materiali solidi, qualità tecnologiche di un certo tipo (capaci cioè di tener testa al lavoro e alle attività del tempo libero), leggero quanto basta e con un’autonomia capace di garantire una giornata produttiva lontano dalla presa. Il risultato è notevole: stiamo parlando di un laptop con l’anima ThinkPad ma un look più moderno e sbarazzino, e la nuova versione Plus fa anche qualcosa di più.

Sul coperchio è stato montato un display e-ink da 10 pollici: è un secondo schermo pensato per consultare documenti a PC chiuso, risparmiare batteria e concentrarsi sulla lettura, magari prendendo qualche appunto con lo stilo fornito in dotazione, lo stesso con il quale si può interagire anche con il display tradizionale montato (13 pollici FullHD). L’aggiunta del secondo schermo non appesantisce il ThinkBook e non ne altera le misure compatte, e anzi può essere adoperato per ricevere le notifiche mentre il computer è in standby: come nel caso del Fold si tratta di un modo diverso di immaginare i formati tradizionali dei laptop, che viene incontro al mutare delle abitudini degli utenti.

Il ThinkBook Plus arriverà sul mercato decisamente prima del fratello maggiore: si parla di marzo 2020, con prezzi a partire da 1.199 dollari. Come nel caso precedente dovremo attendere per conoscere il prezzo finale per il mercato italiano.

5G per correre veloce

L’annuncio della disponibilità delle versioni 5G da parte di Lenovo è particolarmente significativo perché si allarga di fatto all’intero catalogo: oltre al già citato ThinkBook X1 Fold, ci sarà anche uno Yoga in versione 5G e la connessione veloce di nuova generazione sarà disponibile anche su altri dispositivi che coprono quasi l’intera gamma Lenovo. Tra gli altri proprio lo Yoga 5G è particolarmente interessante: è un 2-in-1 compatto e con uno schermo 14 pollici, che incorpora anche la nuova connetività WiFi6 e che in 1,3kg è in grado di ospitare pure una batteria capace di raggiungere le 24 ore di autonomia. Parliamo di una macchina che sarà in vendita in primavera con prezzi a partire da 1.499 dollari: non male parlando di un portatile allo stato dell’arte con tutti gli ultimi ritrovati a bordo.

Altrettanto interessante è anche il nuovo Lenovo Ducati 5: un laptop disegnato in collaborazione con la casa di Borgo Panigale, e disponibile in tiratura limitata di appena 12.000 esemplari. Una sorta di pezzo da collezione, con i colori e il design che richiamano quelli delle due-ruote italiane, una custodia realizzata con i materiali con cui vengono realizzate le selle delle moto, componenti a vista come su una naked. Sotto il cofano è un comune laptop dotato di processore Intel Core-i5, ma quel che conta è il tentativo di offrire un prodotto che faccia appello anche al desiderio del cliente di avere qualcosa di bello e personalizzato sulla scrivania. In vendita a partire da aprile, prezzo fissato a 899 euro.

Altro device interessante in mostra a Las Vegas è senz’altro il ThinkSmart View: pensate a un Nest Hub o a un Amazon Echo Show, insomma uno dei nuovi schermi connessi che fanno capolino in casa nostra ormai con una certa insistenza, e trasportatelo in ufficio. È l’evoluzione del telefono sulla scrivania, è predisposto per gestire le chiamate via Microsoft Teams con uno schermo e audio dedicati (con delle cuffie Bluetooth quando non si vuole disturbare i colleghi), è uno schermo dedicato alla comunicazione: non c’è ancora un prezzo ufficiale per questo dispositivo, che in ogni caso seguirà prevalentemente la strada del canale enterprise, ma è senz’altro un’indicazione su dove sta andando il mercato.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter