Hypercharge Unboxed, la guerra non è un gioco. O sì? | The Next Tech
single.php

Ultimo aggiornamento il 6 febbraio 2020 alle 6:40

Hypercharge Unboxed, la guerra non è un gioco. O sì?

Dal Regno Unito arriva un ottimo tower defense in prima persona che pesca a piene mani dal mondo di Toy Story

L’epoca smartphone ha riportato in auge una categoria di videogiochi che per anni era rimasta di nicchia: quella dei tower defense, bizzarro miscuglio tra il genere strategico e l’azione in cui prima si costruisce una fortezza, dopodiché la si difende dalle ondate nemiche. Questa premessa, un po’ noiosa, era indispensabile per comprendere, almeno alla lontana, il gameplay alla base dell’ottimo Hypercharge Unboxed, un gioco che ci riporterà tutti bambini.

Fortini di Lego

Chi di voi, da piccolo, non ha mai costruito fortini e castelli al solo scopo di distruggerli? Sviluppato da Digital CybercherriesHypercharge Unboxed è uno sparattutto in prima persona piuttosto atipico, le cui regole di gioco dividono l’azione in due fasi. Nella prima si costruisce un fortino, nella seconda si fa fronte a una invasione di soldatini e giocattoli di vario tipo, che attaccheranno da tutte le parti, da terra e dal cielo. La partita termina quando i nemici raggiungono l’Hypercore, che rappresenta la meta di questo particolare “ruba-bandiera”.

Leggi anche: Journey to the Savage Planet, il sogno spaziale di Elon Musk è già un videogioco

La particolarità di Hypercharge Unboxed risiede proprio nello stile, che rimanda inevitabilmente all’universo di Toy Story. Gli stage, dettagliati e piuttosto arzigogolati, riproducono ambientazioni domestiche: il giardino di casa, la cameretta, il negozio dei giocattoli o la cucina. Si combatte tra scatole di cartone, facendo strafe da un elettrodomestico all’altro, nascondendosi nei lavandini o tendendo imboscate dietro un semplice filo d’erba.

Leggi anche: Bookbound Brigade, otto personaggi storici in cerca di videogiocatore

Anche i nemici, ovviamente, pescano a piene mani dal variopinto e plasticoso mondo dei giocattoli e spaziano dai classici soldatini di metallo verde agli alieni, passando per giganteschi (si fa per dire) tirannosauri. Nonostante, il contesto, però, le armi sono vere e tra mitra e lanciagranate il giocatore può scatenare la potenza di fuoco adatta a fronteggiare qualsiasi orda. Il divertimento più grande lo si ha cooperando con amici, anche perché gli avversari attaccano da ogni lato, perciò spartirsi la difesa del forte può davvero essere utile.

Progredendo con il gioco si sbloccano nuovi giocattoli con i quali implementare le difese della propria base: non solo ostacoli di filo spinato, ma anche mitragliatori automatici, trincee, mine e quant’altro. Per quanto la meccanica di gioco sia, alla lunga, ripetitiva, la varietà dei bonus, dei nemici e delle armi è tale che passeranno diverse ore prima che Hypercharge Unboxed diventi noioso. Grazie alla sua natura spiccatamente multiplayer e caciarona, il titolo è pensato per ravvivare le serate in compagnia degli amici. Il divertimento è assicurato.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter