Wahu, la sneaker che cambia forma. Ideata da una italiana | The Next Tech
single.php

Ultimo aggiornamento il 2 marzo 2020 alle 6:25

Wahu, la sneaker che cambia forma. Ideata da una italiana

Progettata da Patrizia Casali, 27 anni, ingegnere biomedicale uscita dal Politecnico di Milano, Wahu è la calzatura dotata di una suola digitalizzata capace di adattarsi ad ogni tipo di terreno

Si chiama Wahu, la sneaker hi tech in grado di cambiare forma che debutterà sul mercato a fine anno. Progettata da Patrizia Casali, 27 anni, laureata al Politecnico di Milano in Bioingegneria e Ingegneria biomedica, insieme al team di giovani ingegneri e designer della startup milanese e-Novia, la calzatura monta una tecnologia prima del suo genere: una suola digitalizzata.

Wahu, la sneaker hi tech che cambia forma

L’invenzione porta la firma di Patrizia Casali, 27 anni, laureata al Politecnico di Milano in Bioingegneria e Ingegneria biomedica, insieme al team di giovani ingegneri e designer della startup milanese e-Novia, la calzatura monta una tecnologia prima del suo genere: una suola digitalizzata.

L’idea è di creare innovazione in un contesto molto tradizionale, come quello delle calzature e mira a lanciare Wahu sul mercato di settore in collaborazione con un brand del lusso italiano.

Il progetto prevede il lancio di una prima collezione di test composta da 150 diverse calzature.

“Il primo prodotto che lanceremo sarà legato all’ambito urbano”, spiega Patrizia Casali, aggiungendo che si tratterà di una calzatura pensata per essere indossata tutti i giorni e in tutte le occasioni, in grado di adattarsi anche alla neve e al ghiaccio.

La suola modifica la propria forma

Dietro la scarpa da ginnastica con suola digitalizzata c’è un team di ricercatori che ne sta studiando l’applicazione nella vita di tutti i giorni. Tra gli ambiti di applicazione allo studio c’è quello sportivo, in particolare per il running, ma anche l’healthcare e la sicurezza sul lavoro. Tecnicamente, la suola è dotata di una scheda elettronica e di sensori ed è in grado di modificare autonomamente la propria forma, per adattarsi al cambiamento delle condizioni circostanti, come terreno e temperatura, o della persona che la sta indossando.

“Questo lo fa attraverso un algoritmo scritto da noi che analizza il micro-slittamento tra la suola e il terreno. Quando lo slittamento supera un certo limite la suola si attiva per modificare le proprie caratteristiche tecniche, in particolare aderenza e ammortizzazione”.

Con l’introduzione dell’elettronica nella scarpe, Wahu consente anche di creare servizi innovativi per l’utente, come l’identificazione basata sull’analisi dell’andatura, l’analisi della pressione del piede o la prevenzione delle cadute.

Dotata di funzione anticaduta

Il funzionamento avviene attraverso dei microcompressori, cavità interconnesse e intelligenza artificiale. Un sistema intelligente che attiva le impostazioni comandabili tramite un’app per aiutare chi indossa Wahu ad avere sempre comfort e prestazioni. Che sia per un uso normale indoor, oppure più adatto al trail, al trekking al contesto urbano.

La suola adattiva ha anche una funzione in più, cioè quella di prevenire le cadute. La percezione e l’intelligenza artificiali integrate in Wahu generano la giusta postura a seconda dell’andatura e della pressione plantare o prevenire le cadute.

 

La sneaker Wahu vanta all’attivo due importanti premi ottenuti al CES di Las Vegas lo scorso gennaio e si è di recentemente aggiudicata anche l’iF Design Award 2020, un prestigioso riconoscimento internazionale per il design di eccellenza.
Ad oggi e-Novia, startup basata a Milano, è una realtà di 130 talenti, che diventano 250 considerando le imprese controllate e partecipate, e comprende più di 30 progetti imprenditoriali basati su oltre 40 brevetti.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter