Dalla Malvestio di Padova 100 letti al giorno per la terapia intensiva

Ultimo aggiornamento il 21 marzo 2020 alle 7:37

Dalla Malvestio di Padova 100 letti al giorno per la terapia intensiva

"Via via che ci arrivano le richieste, cerchiamo di capire di cosa c’è più necessità nei nostri ospedali”. Lo dice Marino Malvestio, AD del Gruppo

Da Padova partono ogni giorno camion carichi di letti per la terapia intensiva. Obiettivo: soccorrere le strutture sanitarie che stanno affrontando un’emergenza di dimensioni mai viste nel nostro Paese. Direzione: tutta Italia.

“Ne stiamo producendo 100 al giorno – spiega Marino Malvestio, amministratore delegato del Gruppo Malvestio, unico produttore italiano di letti speciali per la terapia intensiva – Proprio in questo momento è partito un carico per Avellino”. E le richieste aumentano continuamente, giorno dopo giorno, ora dopo ora, in maniera esponenziale.

 

Un piano di lavoro straordinario

Il Gruppo Malvestio, di Villanova di Camposampiero (Padova), ha messo a punto un piano di lavoro straordinario per rispondere, nel più breve tempo possibile, alle richieste che arrivano dal sistema sanitario per far fronte all’emergenza Covid-19.

“Mandiamo via tutti i giorni letti per la terapia semi-intensiva. Quello che stiamo producendo in questo momento è un prodotto di fascia media che può essere comunque impiegato per far fronte a questa emergenza. Per la messa a punto del tipo di letto più all’avanguardia avremmo bisogno di molto più tempo – afferma l’amministratore delegato – E via via che ci arrivano le richieste cerchiamo di capire di cosa c’è più necessità nei nostri ospedali”.

Una situazione caotica che vede il nostro Paese unire le forze nell’affrontare un’emergenza sanitaria mai vista sinora in Italia.

Nel Gruppo Malvestio, adesso sono più di 70 gli addetti alla produzione che, su base volontaria e in accordo con le rappresentanze sindacali interne, lavorano h24, a rotazione, weekend compresi. Uno slancio produttivo che in termini numerici tocca quota 100 letti al giorno.

Leggi anche: Coronavirus, ecco l’unico stabilimento italiano che fa ventilatori polmonari

Malvestio: storia di un’eccellenza italiana

L’azienda, nata nel 1937, conta più di 220 dipendenti distribuiti nei tre stabilimenti del Gruppo. Oggi lavorano tutti con l’obiettivo di agevolare, per quanto possibile, un rapido allestimento dei reparti d’emergenza con questi letti speciali, divenuti essenziali per fronteggiare la pandemia.

Con un’esperienza nel settore che va avanti da oltre 80 anni, Malvestio si conferma un’eccellenza italiana unica nel suo genere che contribuisce a migliorare le strutture ospedaliere e sanitarie non solo nel nostro Paese, ma anche in più di 20 nazioni straniere.

Da piccola attività artigianale di carpenteria metallica nata nel 1937 dal fondatore del Gruppo, Guido Malvestio, è divenuta un’industria nota a livello mondiale, amministrata e gestita, dal 2001, dei figli del fondatore, Marino e Giuseppe, che tanto investono in ricerche tecnologiche e nell’automazione dei processi produttivi.

Negli anni sono stati centinaia di migliaia i pazienti di cui si è occupata Malvestio con la produzione di letti, barelle, comodini e tavolini sanitari, lettini per la pediatria, poltrone per trattamenti e terapie e arredi per residenze assistite di alta qualità.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter